Credit: NASA
in foto: Credit: NASA

La prima, storica passeggiata spaziale tutta la femminile è attesa per lunedì 21 ottobre. Lo ha confermato la NASA durante una conferenza stampa dedicata alla programmazione delle prossime “EVA”, acronimo di Extra Vehicular Activity, meglio conosciute come passeggiate spaziali. Le due protagoniste saranno Jessica Meir e Christina Koch, entrambe dell'agenzia aerospaziale americana. Il 25 ottobre uscirà all'esterno della Stazione Spaziale Internazionale anche Luca Parmitano, che lo scorso 2 ottobre è diventato il primo comandante italiano del laboratorio orbitante e il terzo europeo della storia. Non si tratterà comunque di una prima volta per l'astronauta siciliano di Paternò, che fu già protagonista di due EVA nel 2013 in seno alla missione Volare (la seconda interrotta anzitempo a causa di un incidente).

Credit: NASA
in foto: Credit: NASA

Come indicato, il 21 ottobre ci sarà la prima passeggiata spaziale di sole donne. Fino ad oggi, infatti, nelle circa duecento uscite nello spazio dalla ISS si sono avvicendati soltanto uomini o coppie miste. La prima, in realtà, era attesa per il 29 marzo di quest'anno, tuttavia a causa di un problema di taglia con la tuta – ritenuta troppo grande – l'astronauta Anne McClain decise di lasciare il posto al collega Nick Hague, che affiancò Christina Koch. Quest'ultima potrà comunque essere protagonista della prima EVA tutta al femminile, affiancando la collega Jessica Meir – giunta sulla Stazione Spaziale Internazionale il 5 settembre e alla sua prima esperienza nello spazio – il prossimo 21 ottobre. Le astronaute saranno impegnate nella sostituzione delle batterie dei pannelli solari del laboratorio orbitante. È un processo che va avanti sin dal 2017, e prevede l'eliminazione delle vecchie batterie al nichel-idrogeno con quelle più moderne ed efficienti agli ioni di litio. La storica passeggiata della Meir e della Koch ha una durata prevista di 6 ore e mezza.

Quattro giorni dopo farà una sortita nello spazio anche il neo comandante Luca Parmitano, in compagnia del collega della NASA Andrew Morgan. Quest'ultimo è già uscito domenica 6 ottobre in compagnia di Christina Koch proprio sotto la guida di Parmitano, che oltre a essere comandante della ISS è diventato anche il primo non americano a fare da coordinatore per una EVA. Come specificato, l'astronauta e pilota di caccia quarantatreenne ha già compiuto due uscite in seno alla missione Volare. La prima fu il 9 luglio del 2013, quando divenne il primo italiano a compiere una passeggiata spaziale. La seconda, fatta una settimana dopo, balzò agli onori della cronaca per l'incidente che lo coinvolse; il casco della sua tuta iniziò pericolosamente a riempirsi d'acqua e dovette tornare di corsa sulla stazione spaziale per non morire affogato. Anche Parmitano e Morgan, il 25 ottobre, saranno impegnati a sostituire le batterie dei pannelli solari.

A novembre ci saranno altre cinque uscite, per le quali tuttavia quali non sono stati comunicati gli astronauti coinvolti. Parmitano dovrebbe prendere parte a più di una di esse. Durante le nuove EVA gli astronauti non dovranno sostituire batterie ma installare un aggiornamento per lo strumento scientifico AMS-02 (Alpha Magnetic Spectrometer), che ha l'obiettivo di analizzare i raggi cosmici e andare a caccia di prove sulla materia oscura e sull'antimateria. Attivo dal 2011, lo strumento ha bisogno di un nuovo sistema di controllo termico.