La sera di mercoledì 5 settembre, dopo un volo durato sei ore e quattro orbite attorno alla Terra, la navetta russa Soyuz MS-15 decollata dalla piattaforma 1 del cosmodromo di Baikonur (Kazakistan) ha attraccato con successo alla Stazione Spaziale Internazionale (ISS). A bordo tre membri dell'equipaggio: Hazza Al Mansouri, il primo astronauta nella storia degli Emirati Arabi; Jessica Meir della NASA, anche lei impegnata nella sua prima esperienza spaziale; e il cosmonauta russo della ROSCOMOS (l'Agenzia spaziale russa) Oleg Ivanovič Skripočka.

I nuovi arrivati Jessica Meir e Oleg Ivanovič Skripočka della Expedition 61/62 vivranno a bordo della ISS per 6 mesi, mentre Hazza Al Mansouri resterà nello spazio per una sola settimana, in seno alla missione “Sojuz MS-15/Sojuz MS-12”. Nato ad Abu Dabhi il 13 dicembre 1983, è un esperto pilota di caccia F-16, del quale è diventato istruttore. Selezionato tra oltre 4mila candidati, ha seguito un duro percorso di addestramento al “Centro di addestramento cosmonauti Jurij Gagarin” presso la Città delle Stelle. Durante la sua breve missione, Al Mansouri (che ha quattro figli) farà osservazioni della Terra, documenterà la vita a bordo della ISS e avrà anche un ruolo nel controllo della missione. Nel suo viaggio, oltre a una bandiera degli Emirati Arabi Uniti, l'astronauta emiritino ha portato trenta semi di alberi di Al Ghaf, che verranno piantati nel suo Paese al ritorno dallo spazio.

La Soyuz MS-15, che dal prossimo volo sarà lanciata dalla piattaforma 31 con una versione aggiornata del razzo lanciatore Soyuz, si è agganciata al modulo russo “Zvezda” alle 21:42 ora italiana, e un paio di ore più tardi (esattamente alle 23:45) si è aperto il portellone che ha fatto incontrare il nutrito gruppo di astronauti. Ad attendere i tre con baci e abbracci, come mostra il video pubblicato sul profilo Twitter ufficiale dedicato alla ISS, il russo Alexey Ovchinin, attuale comandante del laboratorio orbitante, assieme all'altro cosmonauta Alexander Skvortsov; per la NASA c'erano invece Christina Koch, Nick Hague e Andrew Morgan; mentre per l'Agenzia Spaziale Europea (ESA) c'era il nostro connazionale Luca Parmitano, che dal 2 ottobre diventerà comandante della Stazione Spaziale Internazionale. È la prima volta che un italiano prenderà il comando della ISS, ed è solo la terza volta per un europeo. Il 3 ottobre Hazza Al Mansouri rientrerà sulla Terra assieme a Alexey Ovchinin e Nick Hague.