Credit: NASA / JPL–Caltech
in foto: Credit: NASA / JPL–Caltech

Ai confini della nostra galassia, la Via Lattea, è stata scoperta una spettacolare nebulosa a forma di Jack-o'-lantern, la zucca che simboleggia Halloween. La NASA, per celebrare l'amatissima festa di origine celtica, ha deciso di presentare al mondo intero l'immagine della nebulosa (e un'animazione che trovate qui in basso) proprio a ridosso della ricorrenza, che da alcuni anni viene sempre più apprezzata anche dalle nostre parti. Le immagini della nebulosa sono state catturate dal Telescopio Spaziale Spitzer (SST) e i dettali pubblicati sulla rivista scientifica specializzata The Astrophysical Journal.

L'affascinante oggetto del profondo cielo, invisibile a occhio nudo poiché si tratta di una nebulosa a emissione nell'infrarosso, sarebbe stato generato da una stella massiccia di classe O con una massa dalle 15 alle 20 volte superiore superiore a quella del Sole. Gli scienziati dell'agenzia aerospaziale americana ritengono che la stella sia responsabile della produzione di radiazioni e particelle che hanno plasmato polveri e gas circostanti, modellandoli e "scolpendoli" fino a dar vita alla caratteristica silhouette della celebre zucca intagliata.

La nebulosa, che è stata chiamata “Jack-o'-lantern Nebula” (Nebulosa Jack-o'-lantern), nell'animazione della NASA viene mostrata nelle varie lunghezze d'onda dell'infrarosso, che unite tra loro fanno emergere i dettagli del volto spettrale di Jack, il fabbro che in base alla leggenda irlandese riuscì a ingannare il diavolo. I colori verde e rosso, come indicato dalla NASA nel comunicato stampa che accompagna l'immagine, rappresentano la luce emessa dalla polvere, mentre il blu deriva dalle stelle e dalle aree più calde della nebulosa. La macchia bianca sotto al picciolo della zucca rappresenta invece la stella di tipo O, quella alla base dell'incredibile oggetto celeste.

Per celebrare Halloween la NASA non si è limitata a pubblicare la foto della nebulosa. Poco prima ha infatti postato un'immagine del Sole in versione Jack-o'-lantern. Lo scatto, derivato dalla fusione di due immagini nell'ultravioletto, è stato ottenuto dal telescopio spaziale Solar Dynamics Observatory (SDO) nel 2014. Ancora prima gli scienziati della NASA e dell'ESA (Agenzia Spaziale Europea) che collaborato al Telescopio Spaziale Hubble avevano pubblicato le immagini di un “volto spettrale”, legato alla fusione di due galassie a oltre 700 milioni di anni luce dalla Terra.