Credit: Andrea Centini
in foto: Credit: Andrea Centini

Venerdì 30 agosto sarà il giorno della cosiddetta Superluna Nera, un evento raro e affascinante che coinvolgerà il satellite naturale della Terra. Dal punto di vista squisitamente astronomico si tratterà di un novilunio al perigeo, cioè di una Luna Nuova che si troverà alla distanza minima dal nostro pianeta. La Luna Nuova è la fase in cui la faccia visibile del satellite risulta completamene in ombra, poiché posizionato tra il Sole e la Terra. Se il perigeo si verifica durante una Luna Piena l'evento prende il semplice nome (popolare) di Superluna, come la Superluna del Lupo di lunedì 21 gennaio, ma quella del 30 agosto sarà una Superluna Nera. Vediamo perché si chiama così e cosa accadrà nel cielo.

Cos'è una Superluna Nera

Normalmente, durante un mese il ciclo lunare presenta quattro fasi principali: Luna Nuova o novilunio; Primo Quarto; Luna Piena o plenilunio e Ultimo Quarto. In alcuni mesi possono verificarsi cinque fasi principali, con un doppio plenilunio o un doppio novilunio. Quando si verifica il doppio plenilunio la seconda Luna Piena del mese prende il nome di Luna Blu, sulla base della tradizione della tradizione britannica; quando invece si verifica un doppio novilunio, come accadrà ad agosto di quest'anno, la seconda Luna Nuova prende il nome di Luna Nera. Poiché il satellite della Terra si troverà anche al perigeo, l'eento prenderà il nome di Superluna Nera.

Cosa vedremo nel cielo. Nel cielo non vedremo assolutamente nulla. La Luna sarà infatti invisibile per tutto il giorno. Il motivo è semplice. La Luna Nuova si verifica quando il satellite della Terra si trova in congiunzione col Sole, posizionato tra la stella e il nostro pianeta; ne deriva che la faccia rivolta verso il nostro pianeta risulti completamente in ombra. A causa della vicinanza al Sole, col quale duetterà dall'alba al tramonto, sarà comunque impossibile osservare la silhouette del satellite, “oscurato” dalla luminosità del Sole. Non provate assolutamente a cercare la Luna ad occhio nudo; sarà a poca distanza (apparente) da Sole, e puntare lo sguardo verso la stella può provocare gravissimi danni alla vista e alla cecità. Quando La Luna Nuova è perfettamente allineata con Sole e Terra si verificano le spettacolari eclissi di Sole, ma non sarà il caso del 30 agosto.

La danza con Venere. Oltre all'invisibile Superluna Nera, nel cielo del 30 agosto si verificherà anche una congiunzione astrale virtuale tra il satellite della Terra e Venere. Il pianeta dell'amore diventerà visibile come un “faretto” prima del tramonto, poco più in alto del Sole e a sinistra della Luna. Venere è il terzo oggetto più luminoso della volta celeste, proprio dopo il Sole e la Luna, dunque non sarà difficile da trovare. Anche in questo caso non va assolutamente volto lo sguardo verso il Sole.