In California c'è una nuova moda: bere acqua ‘pura'. Insomma, bere acqua non filtrata, non controllata, ma proveniente direttamente dalla fonte. Questa idea, se inizialmente può sembrarci un ritorno alle origini e alla purezza, in realtà, su larga scala, potrebbe dimostrarci un vero e proprio boomerang pericolosissimo per la salute degli americani.

Acqua ‘pura'. L'acqua ‘pura' è acqua che non è stata trattata, filtrata e sterilizzata, costa 74 euro ogni 9,5 litri e il suo sapore è “dolce” e dà una sensazione “liscia” in bocca, queste le parole utilizzate da Kevin Freeman, manager di un negozio che rivende quest'acqua, in un'intervista al New York Times.

Una moda pericolosa. Cosa contiene un'acqua non filtrata, non trattata e non sterilizzata? Purezza? ‘Ammmore' per la natura? Ecosostenibilità? No. Per quanto sarebbe bello poter andare alla fonte con la nostra bottiglia di vetro ed evitare le quantità enormi di plastica immesse sul territorio proprio a causa dell'acqua, la realtà dei fatti è ben diversa. Al di là dell'esistenza di fonti effettivamente pure e non pericolose, come quelle in montagna per intenderci, l'acqua ‘pura' su larga scala è potenzialmente pericolosa per la nostra salute.

Cosa può contenere l'acqua non trattata. L'acqua non purificata può contenere tracce di feci animali che potrebbero essere portatori di Giardia, un parassita che provoca vomito e diarrea e che è la causa di decine di migliaia di ospedalizzazioni ogni anno. Ma non è tutto. La nostra carissima bottiglietta di acqua ‘pura' potrebbe contenere il virus dell'epatite A, E. Coli e colera: malattie tutte trasmissibili con l'acqua non trattata e contro le quali ci vacciniamo proprio quando andiamo in Paesi a rischio.

Un insulto ai Paesi più poveri. Se di certo la moda dell'acqua ‘pura' vuole essere (o così vogliamo credere che sia) un moto di ribellione contro i trattamenti imposti alle materie prime e una dichiarazione d'amore alla purezza, va detto che si tratta non solo di una scelta potenzialmente pericolosa per la salute, ma anche di un insulto (passatemi il termine) a tutti coloro che ogni anno muoiono proprio a causa dell'acqua contaminata. Nel mondo infatti sono ancora molti i Paesi che non hanno a disposizione enormi quantitativi di acqua filtrata e sicura e migliaia sono le persone (adulti e bambini) che perdono la vita, ad esempio, ogni anno sono 842.000 i decessi per forti episodi di diarrea provocati dai batteri e virus trovati nell'acqua. Forse noi in occidente oggi siamo così ben abituati da esserci dimenticati cosa significhi non avere a disposizione acqua sicura: la speranza è che la memoria torni prima di un'epidemia.