La sostenibilità ambientale e il risparmio energetico sono temi entrati prepotentemente nell'agenda del terzo millennio e le politiche nazionali puntano a trovare soluzioni e incentivi perché comportamenti amici dell'ambiente si possano diffondere. Ciascuno può fare la propria parte per avere un ambiente più sicuro e sano, e grazie a misure ad hoc, investire nel green non è solo un vantaggio per l'ambiente e per il benessere dell'uomo, ma può esserlo anche in termini economici.

Gli ecosismabonus e l'offerta di Enel X

Succede anche in Italia grazie agli incentivi Ecobonus e Sismabonus introdotti nelle ultime leggi di bilancio, che ambiscono a incentivare gli interventi per rendere le abitazioni private più efficienti e sicure. Enel X ha pensato a un'offerta per i condomini con più di 8 unità abitative, per veder ridurre sin da subito l'importo da versare per i costi degli interventi effettuati e aumentare il valore dell’immobile. Con la nuova offerta Enel X, la linea di business globale del gruppo dedicata allo sviluppo di prodotti innovativi e soluzioni digitali, si rende disponibile all’acquisizione del credito fiscale maturato dai singoli condomini in funzione degli interventi effettuati. Questo si traduce, a parità di costo finale d'intervento, in una drastica riduzione dell'esborso che ogni condomino dovrà sostenere. Ne consegue che molte più persone potranno approfittare dei vantaggi della riqualificazione della propria abitazione.

Come funziona

Cosa offre in pratica Enel X? I condomini possono cedere il credito maturato in funzione degli interventi effettuati contestualmente alla loro realizzazione e sono previste detrazioni delle imposte tra il 50% e il 75% (in presenza di interventi Ecobonus), che arrivano all'85% qualora gli interventi ricadessero nel Sismabonus. Queste detrazioni spettano ai contribuenti privati e titolari di impresa che possiedono, a qualsiasi titolo, l’immobile residenziale oggetto dell’intervento e danno luogo a un credito fiscale che può essere compensato in 10 rate annuali, oppure ceduto in un’unica soluzione alle imprese che eseguono i lavori, come parziale corrispettivo delle opere svolte. Non solo, Enel X guida tutto il processo, diventando l’interlocutore unico del condominio e, partendo dalle sue esigenze specifiche, offrirà un servizio che spazierà dalla consulenza energetica e definizione degli interventi alla fornitura di prodotti, servizi ed esecuzione dei lavori, fino al supporto per la gestione delle pratiche amministrative e cessione del credito fiscale maturato.

Un esempio pratico?

Ipotizziamo che un condominio con 15 appartamenti voglia intervenire per installare un cappotto termico sull’edificio e sostituire la vecchia caldaia per il riscaldamento centralizzato con una più moderna pompa di calore. La spesa complessiva prevista si aggira sui 450mila euro, con un costo per il singolo appartamento di 30mila euro. Se il condominio si muoverà autonomamente dovrà sostenere l’intera spesa (30mila euro) e ciascun condomino potrà poi recuperare il 70% dei costi sostenuti (21mila euro) aspettando le canoniche 10 rate ripartite su un arco di 10 anni tipiche degli interventi per cui è prevista la detrazione fiscale. La proposta di Enel X, invece, dà al condomino la possibilità di non sostenere interamente queste spese cedendo il credito fiscale in un’unica soluzione a Enel X. Aderendo invece alla proposta di Enel X, e quindi accettando di cedere in un’unica soluzione il credito fiscale maturato (21 mila euro), come pagamento parziale del corrispettivo dovuto, il condomino sosterrà la sola quota non coperta da incentivo (i restanti 9 mila euro). Un vantaggio non da poco.

Dove investire per riqualificare

Le iniziative utili sulle quali investire sono in particolare l'isolamento termico degli edifici, l'ammodernamento degli impianti di riscaldamento, la sostituzione dei sistemi di illuminazione tradizionali con tecnologie più intelligenti ed efficienti, l'installazione di sistemi di autoproduzione di energia. E ancora la messa in sicurezza sismica, le infrastrutture di ricarica elettrica e miglioramento del comfort abitativo. In Italia sono circa 550.000 mila gli alloggi che necessitano di questo tipo di interventi e di questi il 23% si trova in condizioni di conservazione mediocri o pessime, una situazione che include anche l’edilizia popolare. Ben più ampia è poi la platea degli immobili da mettere in sicurezza sismica con 6,1 milioni di edifici collocati in aree ad alto rischio.

Investire nella propria casa per renderla efficiente e sostenibile significa aumentare il suo valore, stimolare il settore edilizio e diminuire l'inquinamento e le spese. Un ottimo investimento.