Poco prima della mezzanotte tra il 3 e il 4 aprile la Luna sarà protagonista di una spettacolare congiunzione astrale con Giove, il gigante del Sistema solare. Lo spettacolare fenomeno astronomico sarà facilmente apprezzabile ad occhio nudo puntando lo sguardo a sud est, verso la costellazione della Bilancia (Libra). A render ancor più suggestivo l'evento, meteo permettendo, vi sarà anche l'avvicinamento della brillante stella Antares – dopo circa 120 minuti – alla coppia di oggetti celesti. La supergigante rossa, la più luminosa della costellazione dello Scorpione, nei prossimi due giorni anticiperà la ‘visita' alla Luna e a Giove. La stella, oltre che per il caratteristico colore rossastro, sarà individuabile a poco più di 10 gradi a sud dal satellite naturale della Terra.

La Luna, che ha da poco superato la fase di Luna piena (la spettacolare Luna Blu del 31 marzo), sarà in fase calante all'87 percento, dunque risulterà particolarmente luminosa nel cielo. Giove sarà facilmente identificabile perché si tratta del quarto oggetto più luminoso della volta celeste, dopo il Sole, la Luna e l'infernale pianeta dell'amore Venere, che proprio ad aprile è finalmente osservabile nelle condizioni ideali, come indicato anche dalla UAI, l'Unione Astrofili Italiani. La sera del 17, dopo il tramonto, Venere sarà protagonista di una congiunzione astrale con la Luna (a un giorno dalla Luna Nuova), mentre il 24 lo sarà con l'ammasso aperto delle Pleiadi, visibile anche ad occhio nudo.

Dopo la congiunzione con Giove e Antares, sarà protagonista anche di un curioso ‘siparietto' con Marte e Saturno all'alba del 7; i tre oggetti celesti sorgeranno infatti uno dopo l'altro, regalando uno spettacolo affascinante a chi deciderà di alzarsi presto per ammirare la volta celeste. Alla fine del mese, il 30, la Luna tornerà di nuovo ad abbracciare Giove, nella seconda congiunzione astrale di aprile col gigante gassoso. Ad impreziosire i cieli italiani di questo mese non ci saranno solo stelle, pianeti e il nostro satellite; nella prima parte di aprile sarà infatti possibile ammirare i sorvoli della Stazione Spaziale Internazionale (ISS), che sfreccerà sulla volta celeste come un piccolo puntino luminoso.

[Credit: Andrea Centini]