20 Settembre 2021
20:11

Una nuova specie di mosca dai colori sgargianti chiamata come la drag queen RuPaul

In Australia è stata scoperta una nuova e coloratissima specie di mosca soldato che è stata chiamata Opaluma rupaul, in omaggio alla la drag queen RuPaul. Gli entomologi hanno scelto questo nome non solo per l’accostamento tra i vestiti sgargianti di RuPaul con la tinta arcobaleno dell’insetto, ma anche per richiamare l’attenzione del grande pubblico su animali che hanno bisogno di essere protetti, di cui solo in pochissimi si interessano.
A cura di Andrea Centini

Una nuova specie di mosca soldato scoperta in Australia è stata ufficialmente classificata col nome scientifico di Opaluma rupaul, in omaggio alla drag queen americana RuPaul, conosciuta in tutto il mondo soprattutto per la conduzione del suo programma “RuPaul's Drag Race”. A prendere questa decisione gli scienziati addetti alla tassonomia dell'agenzia scientifica nazionale australiana e della Commonwealth Scientific and Industrial Research Organisation (CSIRO). Nel corso dell'anno hanno classificato ben 150 nuove specie e diverse sono state associate a icone della cultura pop.

Le ragioni principali di chiamare la mosca come RuPaul sono due: da un lato vi è la livrea multicolore dalle tinte metalliche/iridescenti del piccolo insetto, che è stata accostata ai vestiti sgargianti spesso indossati da RuPaul durante i suoi spettacoli; dall'altra la necessità di richiamare l'attenzione del grande pubblico verso animali di cui pochi si interesserebbero, e che invece sono fondamentali per il mantenimento degli ecosistemi. Non c'è da stupirsi che dietro al nome della piccola mosca vi sia il dottor Bryan Lessard, ricercatore post-dottorato ed entomologo presso la National Research Collections Australia, che nel 2011 diede il nome di Scaptia beyonceae a una specie di mosca cavallina che vive nel Queensland, in Australia. Il nome era un evidente omaggio all'artista e attrice americana Beyoncé, e anche in quel caso fu scelto per far puntare i riflettori dei media su un animale che sarebbe passato totalmente inosservato. L'Opaluma rupaul è il cinquantesimo insetto della sua carriera cui dona il nome scientifico.

Dalla Scaptia beyonceae in poi le dediche alla cultura pop (e non solo) sono state sempre più frequenti; basti ricordare il gambero pistolero che omaggia i Pink Floyd o lo scarabeo ceco dedicato all'attivista ambientalista Greta Thunberg. L'Opaluma rupaul, appartiene a un genere completamente nuovo di mosca soldato, l'Opaluma appunto, il cui nome è una combinazione tra opale e spina in latino. Grazie ai loro colori scintillanti, infatti, questi insetti sembrano come delle "piccole gemme" che si muovono frenetiche nella foresta, inoltre hanno una piccola formazione appuntita al di sotto dell'addome. “C'è una nuova ondata di entomologi che utilizzano la cultura pop per generare interesse sulla nostra scienza e ciò che facciamo, il che è davvero eccitante”, ha dichiarato al Guardian il dottor Lessard. “È un ottimo modo per attirare l'attenzione sul perché le mosche sono importanti, per far parlare più persone possibile di queste specie che hanno bisogno di aiuto, in modo che possano essere protette”, ha aggiunto lo scienziato.

E la protezione per queste mosche è fondamentale. Diverse di quelle appena scoperte vivono in luoghi devastati dagli incendi che hanno colpito l'Australia lo scorso anno; alcune sono state già classificate come in pericolo di estinzione dall'Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (IUCN). “Dopo gli incendi normalmente l'interesse va alle specie carine e coccolose come i koala, ma molti invertebrati non hanno alcuna attenzione e sono i lavoratori essenziali del nostro ecosistema, è davvero importante che li studiamo”, ha dichiarato Lessard, che ha sottolineato di aver dedicato il nome alla mosca soldato dopo aver visto molte puntate del RuPaul's Drag Race. Lo scienziato è sicuro che RuPaul sarà felice dell'omaggio entomologico (e infatti l'artista ha immediatamente pubblicato un Tweet sulla nuova specie).

Tra le altre nuove specie classificate alcune sono state dedicate ai celebri mostri Pokemon, tra i più “leggendari” conosciuti dagli appassionati, per il loro comportamento o per l' aspetto. Lessard sottolinea l'importanza di dare nomi del genere per far appassionare le persone e spingerle a capire. “Dare un nome a una specie è il primo passo per comprenderla e proteggerla, perché altrimenti sarebbe invisibile alla scienza”, ha chiosato Lessard.

Riconosci questa immagine? Se l'hai vista, forse non ci vedi bene
Riconosci questa immagine? Se l'hai vista, forse non ci vedi bene
Il vaccino Covid in spray nasale blocca la trasmissione della malattia
Il vaccino Covid in spray nasale blocca la trasmissione della malattia
Scienziati vogliono riportare in vita i mammut estinti: “Primi cuccioli ibridi entro 6 anni”
Scienziati vogliono riportare in vita i mammut estinti: “Primi cuccioli ibridi entro 6 anni”
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni