Credit video: Scott Brando.

Un nuovo avvistamento ufologico sta tenendo banco in Rete, è stato filmato sulla collina di Cley vicino alla località di Frome nel Somerset (Regno Unito). Analizzando il contesto nel quale avviene l'avvistamento e avvalendoci dell'analisi del filmato – qualora si trattasse di immagini ritoccate – cercheremo di capire cosa si vede realmente in queste immagini che continuano a circolare nei Social. Per chi andasse di fretta sarà sufficiente dare un'occhiata all'analisi del video allegato all'articolo.

L’analisi del filmato e lo spettacolo di AeroSparx

Tornando al video in questione, abbiamo avuto modo di avvalerci dell'analisi di un vero e proprio esperto nel campo del debunking ufologico, Scott Brando, da noi già consultato in altre occasioni. Cominciamo a mettere in chiaro che non ci sono segni di ritocco. Formuliamo allora almeno tre ipotesi tra quelle che ci sembrano più plausibili rispetto alla tesi aliena: un aquilone munito di fuochi d'artificio; un modellino telecomandato; una pattuglia di volo acrobatico.

Mistero risolto. Ci fa specie che nella zona operi il gruppo acrobatico AeroSparx.  Il team di volo sportivo unisce alle manovre spericolate un tocco di colore mediante la pirotecnica, dipingendo in volo vere e proprie pennellate di luce. La conferma ci giunge anche dalle testate locali.

Avvistamenti Ufo e turismo

Forse non è un caso il fatto che la località in cui viene documentato l'avvistamento sia molto battuta dagli appassionati di ufologia. Nelle vicinanze è infatti possibile ammirare anche un esemplare di "crop circle", ovvero un "cerchio nel grano".

Il mito dei cerchi nel grano. Nonostante sia stata già dimostrata abbondantemente la possibilità di creare delle figure complesse ovunque ci sia vegetazione abbastanza fitta, senza chiamare in causa gli alieni ma semplicemente con pali e corde, il mito dei cerchi nel grano – esploso proprio in Inghilterra – è ancora duro a morire. Esistono già diversi team di professionisti che sponsorizzano la loro abilità artistica nel produrli, ovviamente pubblicano nei loro portali solo una minima parte di quelli realizzati, gli altri restano segreti, per consentire ai potenziali clienti – soprattutto i contadini proprietari delle location – di sfruttare l'opera per arrotondare concedendo visite turistiche. Attorno a tutto questo si è sviluppato un mercato non indifferente.