18 Luglio 2018
13:35

Scottature al mare: smettiamo di curarci con urina, burro e dentifricio. Stop anche al ghiaccio

Le scottature sono un pericolo di cui tenere sempre conto se decidiamo di passare le nostre vacanze crogiolandoci sotto i raggi solari, nella speranza di ottenere l’abbronzatura perfetta. Se proprio non siamo riusciti a evitarle cerchiamo almeno di non aggravare la situazione, applicando “rimedi” fai da te.
A cura di Juanne Pili

Sui rimedi fai da te riguardo le scottature si trova davvero di tutto, dai falsi miti più banali come la convinzione di trovare sollievo col ghiaccio all’uso di urine. C’è anche chi si spalma il dentifricio, burro, olio, sale e bianco d’uovo. Si va così dai classici rimedi della nonna a non meglio verificate tradizioni antiche. In questi casi è fondamentale invece pulire la scottatura con acqua fredda ed evitare di rompere eventuali vesciche. Le pomate non vanno usate se non prescritte in quello specifico caso dal medico, che sarebbe sempre il caso di chiamare in queste situazioni.

Rimedi antichi: urina e bianco d’uovo

I rimedi delle antiche medicine continuano ad avere un fascino che può spesso creare più problemi di quelli che si vorrebbero risolvere. Basti pensare a quanti grattacapi può rappresentare il China study, una ricerca priva di alcun fondamento che cercava di ergere ai lumi della scienza le antiche tradizioni cinesi. Anche per le scottature esistono dei rimedi dal fascino antico, come quello di applicare urina e bianco d’uovo, avevamo già incontrato il primo “ingrediente” nel trattare i falsi miti da spiaggia. Per quanto possa sembrare incredibile esiste anche chi promuove l’urinoterapia, raccomandando le urine anche per il trattamento delle scottature, paventando proprietà disinfettanti e addirittura cicatrizzanti mai riscontrate in alcuno studio scientifico.

Mettere il burro

Una delle pratiche fai da te più gettonate e controproducenti che vengono attuate in caso di scottature è quella di spalmarci sopra del burro. Molto probabilmente questo si deve al fatto che inizialmente si prova del sollievo. Il problema è che questo può certamente favorire le infezioni, ovvero proprio ciò che dovremmo assolutamente scongiurare in questi casi. É quanto viene raccomandato anche a seguito di una ricerca condotta dal Cohen Children's Medical Center di New York. Pomate, burro o altre sostanze grasse, sigillano il calore peggiorando ulteriormente la situazione.

Olio e un pizzico di sale

In fondo là dove c’è qualcosa di "cotto" troviamo sempre olio e sale, allora perché non applicarlo anche alle scottature? C’è chi lo fa sul serio. Il problema è che noi non siamo delle bistecche. Anche in questo caso – come per il burro – quel che frega è la sensazione di sollievo. Ma limitare il senso di fastidio in queste situazioni è utile tanto quanto grattarsi se si viene punti da un insetto: non avremo alcun rimedio, col rischio di aggravare la situazione. I danni veri e propri però li avremmo nel caso di ustioni molto estese.

Ghiaccio e dentifricio

Il dolore della scottatura rende irresistibile la tentazione di applicarvi subito qualcosa di molto freddo, ancora una volta la ricerca di un effimero sollievo può portare a conseguenze molto spiacevoli, specialmente nell’immediato quando è fondamentale fare la cosa giusta. Così molti applicano del ghiaccio là dove sarebbe più consigliabile lavare la scottatura con acqua fredda. Men che meno dovremmo spalmarci sopra del dentifricio, il quale ad un certo punto – per via della presenza del mentolo – acuirebbe anche il senso di bruciore.

L’ombrellone non è un alleato contro le scottature

Attenzione a non pensare di esserci messi al riparo stando sotto all’ombrellone, questo vale sia come prevenzione che dopo l’avvenuta scottatura, come avevamo già spiegato nel trattare le bufale da spiaggia, i raggi Uv possono colpirci ugualmente. Anche l’Istituto superiore di sanità mette in guardia contro la credenza che basti stare all’ombra per avere un concreto riparo. Le radiazioni solari non perdonano:

Riescono ad attraversare con facilità molti tipi di tessuti, compreso quello dell'ombrellone, raggiungendo la pelle […] si rende necessaria anche sotto l'ombrellone l'applicazione di creme solari per tutelare al meglio la salute della pelle.

Antartide, sta per staccarsi un colossale iceberg di 300 km quadrati: che rischi corriamo
Antartide, sta per staccarsi un colossale iceberg di 300 km quadrati: che rischi corriamo
Un'isola disabitata del Giappone è sparita nel nulla e nessuno sa perché
Un'isola disabitata del Giappone è sparita nel nulla e nessuno sa perché
Cinque cose che credevamo di sapere sullo Yogurt e che dovremmo smettere di condividere
Cinque cose che credevamo di sapere sullo Yogurt e che dovremmo smettere di condividere
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni