9 Giugno 2022
12:30

Sclerosi multipla: per fermarla, non fermiamoci

La sclerosi multipla è una malattia neurodegenerativa che solo in Italia colpisce oltre 133.000 persone. Per contrastarne gli effetti e gestirne i sintomi, l’esercizio fisico è fondamentale: è per questo che nasce Nordic Tales, progetto itinerante di camminate all’aria aperta, dedicato a pazienti e caregiver per allenare il corpo e la mente e migliorare la qualità della vita. Giunta alla sua 8°edizione, Nordic Tales farà la sua seconda tappa a Pavia sabato 11 giugno.
Immagine
A cura di Ciaopeople Studios

Ci si sente stanchi, a volte anche mentalmente, e spesso la debolezza si trasforma in intorpidimento, dolore, rigidità e difficoltà a camminare: la sclerosi multipla è una malattia cronica neurodegenerativa che si caratterizza per un danno della mielina del sistema nervoso centrale dovuto a un processo infiammatorio di natura autoimmune. L’effetto è quello di ridurre piano piano la voglia di muoversi creando un circolo vizioso che conduce a una sensazione di stanchezza e affaticamento sempre più intensi. In Italia sono 133 mila le persone colpite di cui 21 mila nella sola Lombardia.

Elogio del movimento

Per evitare questo circolo e migliorare le funzioni muscolari, c’è un alleato importante da non sottovalutare: l’esercizio fisico. Chiunque può sperimentare che un lungo periodo di inattività aumenta lo stato di “stanchezza” anche dopo un piccolo sforzo. Ma un numero crescente di studi recenti sembra dimostrare che la pratica sportiva riduca la neurodegenerazione.* “L’esercizio fisico rappresenta probabilmente il trattamento sintomatico non farmacologico più efficace per le persone con sclerosi multipla” – sostiene Roberto Bergamaschi, Responsabile Centro Sclerosi Multipla, IRCSS Fondazione Mondino, Pavia; inoltre, “la ricerca scientifica ha ampiamente documentato come l’attività motoria adattata sia sicura e potenzialmente efficace non solo per migliorare i sintomi della sclerosi multipla nelle forme lievi-moderate, ma anche per limitarne la progressione. In questo contesto, si inserisce il ruolo del neurologo e di un gruppo di esperti, responsabili del supporto al paziente che deve essere incoraggiato ad adottare uno stile di vita attivo, con l’obiettivo di migliorare la propria qualità di vita.”

Nordic Tales: il testimone passa in tutta Italia

Con questa convinzione si è aperta a Cosenza il 20 maggio l’ottava edizione dell’iniziativa Nordic Tales, promossa da Sanofi, da oltre 18 anni impegnata nella ricerca per la sclerosi multipla, con il patrocinio di AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) e realizzata in collaborazione con la Scuola Italiana di Nordic Walking, che l’11 giugno arriverà anche in Lombardia. Il progetto itinerante fa parte del più ampio programma “Sono in movimento. Insieme per allenare corpo e mente”, e toccherà Pavia proprio sabato 11 giugno. Alle ore 9, presso Cascina Colombara al Parco della Vernavola – grazie anche a IRCCS Fondazione

Mondino di Pavia – si partirà per una camminata all’aria aperta rigenerante. L’obiettivo è invitare chi è colpito dalla SM con i propri familiari e caregiver a non fermarsi, ma a continuare a circondarsi di stimoli positivi per affrontare la malattia nella sua cronicità. Muoversi fa bene perché migliora la coordinazione, l’equilibrio e aumenta la forza muscolare: praticare Nordic Walking significa coinvolgere fino al 90% della muscolatura senza sovraccaricare le articolazioni poiché si usano le bacchette. Ecco perché è stata scelta questa disciplina. Ma è vero che sono tante le discipline che si possono praticare per mantenere la funzionalità muscolare anche se si è stati colpiti da questa malattia. Sarà un approccio multidisciplinare che comprende specialisti come neurologo, fisioterapista, terapista occupazionale, istruttore ed esperto del comportamento a individuare l’attività fisica più idonea per una persona affetta da SM. Ma tra gli sport consigliati oltre al Nordic Walking, anche lo Yoga, il Tai Chi, Pilates, Acquagym, Equitazione, Allenamento con pesi, e addirittura Kick Boxing e la Salsa, uno dei balli latino-americani più amati.

Sport e creatività per il benessere psicofisico

Il movimento stimola le endorfine e quindi agisce sul benessere della mente. Per questo in questa edizione per la prima volta ci sarà anche un’attività per stimolare la creatività: grazie alla presenza degli esperti de “L’occhio del fotografo” verrà allestito un laboratorio di fotografia per incentivare l’apprendimento delle tecniche fotografiche “en plein air”. Perché il benessere psicofisico e la qualità della vita aumentano quando si trovano stimoli positivi come il giardinaggio, la comunicazione digitale e anche il caviardage. Dunque… save the date: Pavia, sabato 11 giugno. La partecipazione è aperta a tutti! 

*Yvonne Charlotte Learmonth and Robert Wayne Britton W. Brewer. Exercise Training for Multiple Sclerosis: A Narrative Review of History, Benefits, Safety, Guidelines, and Promotion Academic Editor, Int J Environ Res Public Health. 2021 Dec 18(24): 13245. Published online 2021 Dec 16.

Questo è un contenuto pubblicitario a cura di Ciaopeople Studios, realizzato in linea con le necessità del brand
 
Se non sai dire come ti senti... chiedilo al poeta!
Se non sai dire come ti senti... chiedilo al poeta!
385.599 di Janssen
Malattie rare: una sfida (in)visibile?
Malattie rare: una sfida (in)visibile?
Fermare l’epatite C e aprirsi a nuovi orizzonti
Fermare l’epatite C e aprirsi a nuovi orizzonti
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni