Credit: Manuel Gonzalez
in foto: Credit: Manuel Gonzalez

Una splendida e rarissima balena grigia (Eschrichtius robustus) albina è stata avvistata e filmata al largo della Bassa California del Sud, uno degli stati federali del Messico. A documentare l'emozionante incontro col mammifero marino è stato il dottor Manuel Gonzalez, un biologo marino e istruttore di scuba diving (immersioni) che ha pubblicato il video sul proprio profilo facebook.

Vecchia conoscenza? L'esemplare avvistato potrebbe essere la femmina “Galón de Leche” (Gallone di Latte), così chiamata dai ricercatori a causa della sua candida pigmentazione. Fu avvistata una prima volta tra il 2008 e il 2009 durante un censimento condotto dalla Commissione delle aree naturali protette (Conanp) del Messico, e una seconda volta nel 2016 in compagnia del suo piccolo, chiamato “Costalito de Sal”, ovvero Piccolo Sacco di Sale. Poiché non sono ancora state condotte analisi di riconoscimento sulla balena appena avvistata, non è chiaro se si tratti proprio di Gallone di Latte o magari di un altro esemplare albino.

Condizione rara. L'albinismo in natura è una condizione piuttosto rara da osservare, poiché gli animali che ne sono affetti – a causa di un difetto genetico – sono come dei “fari” per i predatori. Non potendosi mimetizzare sono tra i primi a essere predati. Nei mari e negli oceani le cose sono un po' diverse, in particolar modo per i cetacei che raggiungono dimensioni imponenti (le balene grigie arrivano a 15 metri). Pur essendo meno esposti ai meccanismi di predazione degli animali terrestri, non significa tuttavia che l'albinismo non ponga problemi; ad esempio, una balena bianca ha maggiore difficoltà ad assorbire calore nelle acque fredde ed è esposta a rischi notevoli per la pelle (tumori) quando si riposa in superficie o vi giunge per respirare. Inoltre potrebbe avere problemi di vista. Le balene grigie sono fra le prede delle orche, ma non è chiaro quanto l'albinismo possa aumentare il rischio di essere attaccate.

Casi noti. Gallone di Latte non è l'unica balena albina nota ai ricercatori. La più famosa è sicuramente Migaloo, una megattera (Megaptera novaeangliae) che vive nelle acque australiane. Recentemente è stato avvistato anche un bellissimo esemplare di grampo (Grampus griseus) albino, un delfinide caratterizzato da una testa globosa e una colorazione che tende naturalmente al bianco negli esemplari anziani, a causa dei continui sfregamenti sulla pelle che si provocano da adulti. L'esemplare filmato al largo della Monterey Bay (California) aveva anche gli occhi rosa, altra caratteristica dell'albinismo.