540 CONDIVISIONI
1 Dicembre 2017
13:56

Perché ti piace l’odore dei piedi del tuo cane quando ha caldo

Popcorn e patatine, questi sono alcuni degli odori più strani che fanno i piedi dei nostri cani: ma come è possibile? I responsabili sono alcuni batteri.
540 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Cani, istruzioni per l'uso: per capire cosa pensano e dicono e come renderli felici

I piedi di alcuni cani profumano di popcorn e patatine e il merito è tutto dei batteri. Come spiegano su Iflscience infatti, nei piedi dei nostri cani vivono alcuni batteri che, crescendo e diffondendosi nel pelo, si accumulano al punto da odorare e il profumo che hanno spesso ci ricorda quello dei popcorn o delle patatine, ma c'è chi invece ritrova l'odore di altri alimenti.

Batteri ‘profumosi'. Nei piedi dei nostri cani, sui peli e tra le dita, vivono alcuni batteri, nello specifico quelli del genere Pseudomonas e quel del genere Proteus: qui questi esseri viventi trovano il loro habitat ideale e prosperano così tanto da emettere odore. Se vi state preoccupando per il vostro cane, tranquilli, è del tutto normale che siano presenti questi batteri.

Effetto caldo. Quando fa molto caldo, questo odore è più forte, perché? Se noi sudiamo da praticamente qualsiasi punto del corpo, i cani invece sudano solo dove non hanno peli, quindi, ad esempio, dai polpastrelli delle dita dei piedi, dove si trovano alcune delle ghiandole sudoripare dei nostri amici a quattro zampe. Proprio come accade a noi, quando fa caldo i cani sudano buttando fuori non solo acqua, ma anche gli effetti di questi batteri e quindi l'odore: insomma, se a noi ‘puzzano' le ascelle quando sudiamo molto, ai cani ‘puzzano' i piedi. Ovviamente i polpastrelli da soli non sono sufficienti per abbassare la temperatura interna, per questo infatti i cani ansimano: dalla bocca riescono ad evaporare più rapidamente e facilmente e quindi a rinfrescarsi.

Cosa fare se l'odore è troppo forte. In alcuni casi, il profumo di popcorn e patatine può diventare troppo forte e non essere più gradevole: cosa vare? Innanzitutto lavare i piedi dei cani, se non lo fanno già da soli, e, se troppo lunghi, accorciare i peli tra un dito e l'altro.

Quando preoccuparsi. Se è normale la presenza di questi batteri nelle zampe dei cani, bisogna sempre fare attenzione che non si trasformi in un'infezione: quando l'odore inizia ad essere eccessivo e i polpastrelli sono gonfi, è meglio se recarsi dal veterinario per controllare che il cane stia bene.

540 CONDIVISIONI
Zeina nasce a Genova dove vive finché non decide di iniziare a girare in cerca della sua strada e così Roma, Milano, Brema e poi ancora Milano. Dopo aver concluso il percorso di studi che l'ha portata ad ottenere una Laurea Magistrale e aver lavorato nel campo della produzione televisiva, del marketing e delle agenzie pubblicitarie, adesso vive le sue giornate da giornalista scrivendo di Mondo Animale e Natura, realizzando video, conducendo una sua trasmissione radiofonica su una delle principali FM italiane e trascorrendo il suo tempo in mezzo ai cani (e ai loro proprietari), visto che è anche Educatrice Cinofila SIUA. Il suo compagno di vita è Teseo, un quattrozampe greco salvato a Naxos, in Grecia.
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Cani, istruzioni per l'uso: per capire cosa pensano e dicono e come renderli felici
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni