Alle 6:39 di venerdì 23 novembre la Luna raggiungerà la fase di plenilunio, prendendo il nome di Luna del Castoro o Luna Ghiacciata. Poiché diventerà Luna piena circa un'ora dopo essere tramontata in Italia, non potremo assistere al momento esatto della “pienezza”, ma dovremo accontentarci dell'avvio della fase calante al successivo sorgere, attorno alle 17:18 dello stesso giorno (gli orari fanno riferimento a Roma). Ai nostri occhi, comunque, il disco lunare apparirà praticamente pieno e brillante anche nella notte tra giovedì 22 e venerdì 23 e alle prime luci dell'alba, prima di sparire dietro all'orizzonte.

Il nome comune, come sempre, è legato al calendario tradizionale dei nativi americani Algonchini, la tribù più numerosa e dunque anche la più influente. Ma perché si chiama “Luna del Castoro”? Il motivo risiede nel fatto che il castoro americano (Castor canadensis), il più grande roditore del Nord America, al tempo in cui fiorivano le tribù dei nativi era una preda particolarmente ambita. Non solo per la sua carne saporita, ma soprattutto per la pelliccia, che veniva trattata per creare indumenti adatti a superare i gelidi inverni. Il mese di novembre era quello più adatto per cacciarli perché antecedente alle gelate dei laghi, ma anche perché i castori in questo periodo dell'anno sono molto impegnati nella costruzione delle iconiche dighe. Inoltre c'è da considerare che si tratta di animali prevalentemente notturni, quindi la luce supplementare del plenilunio garantiva una caccia più lunga e fruttuosa. Purtroppo in seguito all'invasione dei coloni europei i castori subirono un drastico crollo nelle popolazioni, passando da 60 milioni di esemplari a 12 milioni.

Luna del Castoro non è l'unico appellativo noto per il plenilunio di novembre. Un altro particolarmente diffuso è quello di “Luna Ghiacciata” o “Luna di Ghiaccio”, in virtù delle prime gelate che influenzavano significativamente la vita delle tribù. Del resto tutti i nomi delle lune piene sono associati a eventi naturali di una certa rilevanza. Meno utilizzati poiché relativi a tribù minori gli appellativi di Luna della Neve e Luna del Lutto, che vengono utilizzati anche per altri mesi dell'anno. Per gli americani il plenilunio di novembre 2018 sarà “speciale”, poiché accompagnerà una festività molto sentita e amata, il Giorno del Ringraziamento.