L'astronauta italiano Paolo Nespoli ha immortalato una magnifica aurora boreale dalla Stazione Spaziale Internazionale lo scorso 23 settembre, un'incredibile danza di luci colorate che sembra ‘accarezzare' il nostro pianeta. Nespoli, giunto a bordo della ISS nel mese di luglio in seno alla “Expedition 53”, ha diffuso il video ripreso da uno degli oblò del laboratorio orbitante accompagnandolo con una didascalia inequivocabile: “A stunning aurora caught my eye… Its beauty is out of this world! // Una splendida aurora… Di una bellezza spaziale! #VITAmission”. L'hashtag aggiunto dal nostro connazionale fa riferimento alla missione VITA (acronimo di Vitalità, Innovazione, Tecnologia ed Abilità), una serie di esperimenti – diversi dei quali a firma totalmente italiana – sui quali sarà impegnato fino al mese di dicembre, quello previsto per il suo rientro sulla Terra a bordo di una navetta Soyuz.

Lo spettacolo ripreso dall'astronauta di origini milanesi risulta particolarmente dirompente a causa della notevole attività del Sole in queste ultime settimane, che attraverso gruppi di macchie sta letteralmente bombardando la Terra – o meglio, il suo campo magnetico – con particelle cariche elettricamente e bolle di plasma. Il cosiddetto vento solare è infatti il responsabile delle aurore polari (le boreali sono quelle che avvengono nell'emisfero settentrionale), provocate dall'interazione delle particelle con i gas della ionosfera terrestre

Sono visibili ai poli poiché in quest'area il campo magnetico è meno intenso, permettendo così alle particelle di fluire nell'atmosfera. Quando esse sono particolarmente energetiche possono creare aurore anche ad altitudini più basse, oltre a problemi di varia intensità all'elettronica dei satelliti, ai sistemi di navigazione GPS e ai segnali radio.

Pochi giorni prima che Nespoli giungesse sulla ISS il collega americano Jack Fischer aveva immortalato un'altra aurora boreale, tuttavia il filmato, per quanto incredibile, non ha il medesimo fascino di quello catturato negli scorsi giorni. Probabilmente anche a causa della posizione della ISS. Nel video di Nespoli le luci verdi, azzurre e viola dell'aurora non solo fluttuano sinuosamente, ma pulsano di continuo con l'effetto di una luce stroboscopica, come lampi impazziti di una tempesta di portata colossale. Lo spettacolo è letteralmente mozzafiato, e per Nespoli probabilmente rimarrà uno dei ricordi più belli del suo terzo viaggio fra le stelle.

[Credit: ESA]