Credit: NASA
in foto: Credit: NASA

Il volto stilizzato di una donna incastonato in una silhouette circolare è il simbolo scelto dalla NASA per accompagnare e celebrare la missione Artemis, quella che nel 2024 porterà la prima donna (e il prossimo uomo) sulla Luna. L'agenzia aerospaziale più famosa e prestigiosa al mondo ha declinato lo sfondo dell'affascinante logo in numerose tonalità, dall'azzurro al violetto, passando per il verde, il nero e il rosso. Alcune delle immagini, tutte pubblicate sul sito ufficiale della NASA, hanno uno sfondo stellato che richiama il braccio della Via Lattea (la nostra galassia) visibile dalla Terra. In altre c'è una rappresentazione del Sole che illumina il logo, all'interno del quale possono essere tracciati i dettagli di mari e crateri di una falce di Luna calante.

La NASA non ha voluto lasciare nulla al caso, e nel comunicato stampa ha indicato che il simbolo abbraccia tutti gli sforzi compiuti per riportare l'uomo sul satellite della Terra e, in un futuro più o meno prossimo, per conquistare Marte. Del resto è noto che la missione Artemis non rappresenti altro che un trampolino di lancio per raggiungere il Pianeta Rosso; tutte le tecnologie che verranno realizzate e sviluppate per la stazione spaziale lunare orbitante (Lunar Orbital Platform-Gateway – Piattaforma orbitale lunare), l'erede della Stazione Spaziale Internazionale, saranno infatti alla base di quelle per il primo approdo su Marte, previsto (ma non confermato) per la metà degli anni '30. “Come ‘portatrice di torcia', letteralmente e figurativamente, Artemide ci farà luce su Marte”, afferma la NASA.

Il volto della donna al centro del simbolo è proprio quello di Artemis (o Artemide), gemella di Apollo, dea della caccia, del tiro con l'arco, degli animali selvatici, della foresta e rappresentazione della Luna. I suoi lineamenti, tuttavia, sono astratti e generici, “affinché ogni donna possa riconoscersi in lei”, come indicato dalla NASA. I loghi sono stati declinati anche in varie forme e dimensioni, per essere adattati come sfondo di un PC, di un tablet o di uno smartphone. L'annuncio del simbolo della missione Artemis giunge a pochi giorni dalla presentazione delle nuove tute spaziali che indosseranno gli astronauti americani, chiamate xEMU (Exploration Extravehicular Mobility Units). Simili a quelle delle celebri missioni Apollo che portarono il primo uomo sulla Luna, sono progettate per migliorare i movimenti degli astronauti e proteggerli da condizioni estreme, in un range di temperature da – 156 gradi centigradi e + 121 gradi centigradi.