Un team di ricercatori della Università di San Pietroburgo e del Colorado Hospital avrebbe datato il reperto di una misteriosa mummia aliena col C14, stabilendo che la creatura avrebbe vissuto tra il 400 ed il 200 a.C. Il rinvenimento sarebbe avvenuto da qualche parte in Perù, presso le suggestive linee di Nazca. La fonte principale da cui si dipanano condivisioni e articoli di altre testate è Gaia.com. Sono diversi gli indizi che dovrebbero mettere subito all'erta i lettori, a prescindere dal sensazionalismo di annunciare il ritrovamento di un alieno mummificato, dimostrando così che le teorie sugli antichi astronauti troverebbero fondamento. Tanto per cominciare appare coinvolto in questa vicenda una vecchia conoscenza, l'ufologo messicano Jaime Maussan noto per aver spacciato una mummia egizia per l'alieno di Roswell, animando il dibattito ufologico fin dal 2015; oltre alla famosa "creatura di Metepec", sedicente alieno imbalsamato rivelatosi poi essere una scimmia scoiattolo, la vecchia bufala risale al 2007. Lucrare su queste finte scoperte è molto facile, soprattutto se si trovano giornalisti e network compiacenti.

Analizziamo la "mummia aliena"

La presenza di Maussan non è il solo elemento che può far pensare alla solita bufala; infatti visionando il video si nota che la mummia viene estratta da una scatola di cartone, non da una ben più robusta cassa di legno come si confà ad un reperto archeologico, non è stata imballata e protetta con paglia o qualsivoglia altro materiale antiurto. I campioni vengono prelevati sulla terrazza di un palazzo, non in un museo o laboratorio apposito come ci sarebbe da aspettarsi.

Qual è il luogo del ritrovamento? Non vengono mostrate immagini del luogo del ritrovamento, né fotografie della tomba. Il modo in cui è stata rinvenuta la mummia prima di essere rimossa ci è ignoto. Si tratta di semplici procedure che vengono attuate in casi simili, per preservare i reperti – soprattutto per collocarli nel giusto contesto – di tutto ciò non vi è traccia.

Le radiografie presentate nei video. Premesso che non viene mostrata la mummia in un laboratorio di radiologia – siamo sempre nella terrazza prima descritta – sul forum Metabunk vengono avanzate diverse ipotesi, tra cui anche una possibile manipolazione delle lastre; una persona con un po' di conoscenza di Photoshop non dovrebbe avere troppi problemi, esistono in Rete veri e propri tutorial dove si insegna a generare delle radiografie ad arte.

Il mistero del cranio. Forse il cranio è l'unica parte reale, nel senso che potrebbe trattarsi della radiografia di una reale mummia o di un primate. Se tutta questa storia fosse autentica gli autori della scoperta non dovrebbero avere alcun problema di sorta nel fornire dati tecnici e di laboratorio.