L’eclissi di Luna del 10 Gennaio 2020. Credit: Andrea Centini
in foto: L’eclissi di Luna del 10 Gennaio 2020. Credit: Andrea Centini

La sera di venerdì 5 giugno potremo ammirare nel cielo una spettacolare eclissi lunare di penombra (o eclissi di Luna penombrale), col satellite della Terra che risulterà leggermente offuscato dal cono di penombra proiettato dal nostro pianeta. Si tratterà del secondo evento astronomico di questo genere nel 2020, dopo l'eclissi lunare di venerdì 10 gennaio, che ha avuto come protagonista la spettacolare “Luna del Lupo”. Nel caso dell'eclissi del 5, a omaggiarci sarà invece la “Luna Fragola”, così chiamata dai nativi americani Algonchini poiché nel mese di giugno si raccolgono questi saporiti “frutti” (in realtà le fragole sono dei falsi frutti derivati da un'infiorescenza: i veri frutti della pianta sono gli acheni, i puntini gialli che costellano la superficie rossa).

Quando vedere l'eclissi di Luna

Le eclissi di Luna si verificano sempre in concomitanza con la fase di plenilunio, e l'intensità del fenomeno (che può essere parziale, totale e di penombra) dipende da quanto sono effettivamente allineati gli oggetti celesti coinvolti. Le eclissi lunari si verificano quando il nostro pianeta si trova tra Sole e satellite, e il cono d'ombra/penombra proiettato dalla Terra colpisce il disco lunare, determinando il caratteristico offuscamento (o il color rosso sangue, nel caso delle eclissi totali). Come specificato, l'eclissi lunare di venerdì 5 giugno sarà penombrale e parziale, dunque il disco della Luna entrerà solo in parte nel cono di penombra della Terra. L'evento, come indicato dall'Unione Astrofili Italiani (UAI), avrà inizio alle 19:45 ora italiana (17:45 UTC), quando il satellite della Terra entrerà in contatto col cono di penombra. Questo specifico momento non sarà visibile dall'Italia, poiché la Luna sorgerà sul Bel Paese dopo le 20:00 (alle 20:30 ora di Roma). La centralità dell'eclissi, cioè il momento di maggior oscuramento, sarà raggiunto alle 21:26, mentre l'uscita dal cono di penombra – che decreterà la fine del fenomeno – sarà alle 23:04.

Dove e come vedere l'eclissi di Luna

Poiché la Luna Piena si verifica sempre in opposizione al Sole, che tramonta a Ovest, la Luna Fragola sorgerà nel cielo orientale (più vicina a Sud-Est). Il satellite della Terra sarà incastonato tra le costellazioni dello Scorpione (in basso e a destra), dello Scudo (a sinistra) e dell'Ofiuco (in alto), che l'accompagneranno fino all'alba del giorno successivo, quando tramonterà a Sud-Ovest. Le previsioni meteo non sono le migliori su tutto lo Stivale, con pioggia e nuvole che potrebbero rovinare totalmente o parzialmente lo spettacolo. Qualora non riusciste a osservare il fenomeno con i vostri occhi, sarà possibile ammirarlo in diretta streaming sul sito ufficiale del Virtual Telescope Project, guidato dall'astrofisico italiano Gianluca Masi. La diretta avrà inizio alle 21:00 ora italiana. Ricordiamo che a differenza delle eclissi di Sole, per le quali è fondamentale proteggere gli occhi con appositi filtri, le eclissi di Luna possono essere osservate tranquillamente a occhio nudo. Con una fotocamera dotata di teleobiettivo, un buon binocolo o un piccolo telescopio si possono inoltre ammirare i molteplici dettagli che costellano la superficie lunare, rendendo la visione ancor più affascinante. All'alba del 21 giugno potremo ammirare dall'Italia anche un'eclissi di Sole parziale, ma solo al Centro-Sud.