193 CONDIVISIONI
16 Settembre 2019
11:10

Le prime immagini del presunto visitatore interstellare entrato nel Sistema solare

Il Telescopio Gemini North e gli strumenti del Virtual Telescope Project guidato da Gianluca Masi hanno catturato le prime, straordinarie immagini di C/2019 Q4 (Borisov), il secondo – presunto – visitatore interstellare mai intercettato. Molto probabilmente si tratta di una cometa, dato che mostra una caratteristica coda di gas e polveri.
A cura di Andrea Centini
193 CONDIVISIONI
Credit: Gemini Observatory/NSF/AURA
Credit: Gemini Observatory/NSF/AURA

Le prime immagini del secondo – presunto – oggetto interstellare individuato nel Sistema solare (C/2019 Q4 Borisov) stanno arrivando a circa due settimane dalla sua sorprendente scoperta. Come ipotizzato inizialmente dagli scienziati, si tratta quasi sicuramente di una cometa proveniente dallo spazio profondo; mostra infatti una caratteristica coda di polveri e gas tipica degli oggetti cometari, innescata dall'avvicinamento al Sole. Non ci sono ancora conferme ufficiali né sulla provenienza né sulla natura dell'oggetto, dato che le informazioni sono preliminari e il corpo celeste non è facilmente osservabile, trovandosi vicino alla posizione apparente del Sole. Nei prossimi mesi, fortunatamente, l'osservabilità di C/2019 Q4 Borisov migliorerà sensibilmente grazie alla sua orbita estremamente iperbolica (il dato più significativo per la sua origine interstellare). Gli scienziati sfrutteranno appieno la ghiottissima occasione per studiarlo a fondo.

L'immagine più suggestiva e a colori di C/2019 Q4 (Borisov) è stata ottenuta grazie al Telescopio Gemini North dell'Osservatorio Gemini, sito sul Monte Mauna Kea (un vulcano) alle isole Hawaii. Lo spettrografo GMOS (Gemini Multi-Object Spectrograph) lo ha immortalato nella notte tra il 9 e il 10 settembre, e gli scienziati sono riusciti a ottenere dati sufficienti dopo una difficile osservazione di quasi 5 ore. Il risultato finale, legato alla fusione di dati in due bande di colore differenti, è stato raggiunto dai ricercatori guidati da Piotr Guzik e Michal Drahus del'Università Jagellonica di Cracovia. Un'altra immagine dell'oggetto è stata catturata dal team del Virtual Telescope Project guidato dall'astrofisico italiano Gianluca Masi; come indicato nel comunicato stampa, deriva dalla fusione di cinque esposizioni di 300 secondi ottenute dall'unità “Elena” dello strumento PlaneWave 17 ″ + Paramount ME + SBIG STL-6303E. L'immagine in bianco e nero mostra un puntino in mezzo alle strisce delle stelle.

Credit: Gemini Observatory/NSF/AURA
Credit: Gemini Observatory/NSF/AURA

Il misterioso oggetto è stato intercettato il 30 agosto dall'astronomo amatore Gennady Borisov, un ingegnere ucraino costruttore di telescopi che si diletta a dar la caccia agli oggetti "nascosti" nello spazio. Grazie alla sua passione aveva già scoperto in passato sette comete e diversi NEO (Near Earth Object), cioè asteroidi vicini alla Terra; ora potrebbe essere diventato il primo a scoprire una cometa interstellare nel Sistema solare. Come indicato, per avere le conferme sulle caratteristiche dell'oggetto sarà necessario attendere che si avvicini di più. Studiare visitatori interstellari, come Oumuamua, è estremamente interessante per gli scienziati; possono infatti carpire caratteristiche di sistemi stellari lontani senza dover mandare in loco missioni robotizzate, un'impresa impossibile in tempi "umani" viste le distanze in gioco. Ecco perché C/2019 Q4 (Borisov) – che probabilmente verrà classificato con un altro nome ufficiale – finirà nel mirino dei più grandi e importanti telescopi, sia terrestri che spaziali.

193 CONDIVISIONI
Misterioso oggetto interstellare forse entrato nel Sistema solare: si sta avvicinando
Misterioso oggetto interstellare forse entrato nel Sistema solare: si sta avvicinando
È una cometa aliena il secondo oggetto interstellare scoperto nel Sistema solare: ora è ufficiale
È una cometa aliena il secondo oggetto interstellare scoperto nel Sistema solare: ora è ufficiale
Gas tossico rilevato sulla cometa aliena entrata nel Sistema solare
Gas tossico rilevato sulla cometa aliena entrata nel Sistema solare
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni