Covid 19
12 Novembre 2020
13:29

La pandemia di COVID-19 ha fatto calare l’aspettativa di vita in Spagna

Analizzando statisticamente i dati sui decessi giornalieri del Sistema di monitoraggio quotidiano della mortalità spagnolo (MoMo), quelli sui decessi a partire dal 2018 e altri indicatori demografici, un team di ricerca internazionale ha determinato che a causa della pandemia l’aspettativa di vita in Spagna è calata di 0,9 anni tra il 2019 e il 2020.
A cura di Andrea Centini
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

La Spagna è stato uno dei Paesi più duramente colpiti dalla pandemia di COVID-19, l'infezione provocata dal coronavirus SARS-CoV-2, soprattutto durante la prima ondata di questa primavera. In base ai dati riportati sulla mappa interattiva messa a punto dagli scienziati americani dell'Università Johns Hopkins, ad oggi sono stati contagiati oltre 1,4 milioni di cittadini spagnoli e in 40mila hanno perso la vita a causa del virus (in Italia si è da poco superato il milione di infezioni e si contano poco meno di 43mila morti). Nella città di Segovia, capoluogo della Comunità Autonoma di Castiglia e León, secondo i dati Eurostat è stato registrato il tasso di mortalità più elevato in assoluto in Europa, con un incremento del 634 percento nella tredicesima settimana del 2020. L'impatto devastante della pandemia ha influenzato anche l'aspettativa di vita degli spagnoli, calata in media di 0,9 anni su base annuale in base ai risultati di un nuovo studio.

A determinare questa diminuzione è stato un team di ricerca internazionale guidato dallo scienziato Sergi Trias-Llimós del Center for Demographic Studies di Bellaterra, che ha collaborato con i colleghi Tim Riffe dell'Istituto Max Planck per la ricerca demografica di Rostock (Germania) e Usama Bilal del Dipartimento di Epidemiologia e Biostatistica presso la Dornsife School of Public Health dell'Università Drexel di Philadelphia (Stati Uniti). Gli scienziati sono giunti alle loro conclusioni dopo aver analizzato statisticamente i dati sui decessi giornalieri del Sistema di monitoraggio quotidiano della mortalità spagnolo (MoMo); i dati sui decessi a partire dal 2018 e altre informazioni demografiche raccolte dall'Istituto nazionale di statistica spagnolo.

Incrociando tutti i dati è emerso che il calo dell'aspettativa di vita settimanale, rispetto al 2019, per i cittadini spagnoli è risultato particolarmente significativo nelle settimane tra il 23 marzo e il 5 aprile, con crolli nazionali compresi tra 6,1 e 7,6 anni. Drammatica la riduzione dell'aspettativa di vita a Madrid, dove si è registrato un – 15 anni nel periodo più critico. Per quanto concerne il calo dell'aspettativa di vita annuale, sia per le donne che per gli uomini rispetto al 2019 è stato in media di – 0,9 anni su scala nazionale. La forchetta è compresa tra gli 0 anni rilevati nelle Isole Baleari (non è stata dunque registrata alcuna differenza rispetto al 2019) e i – 2,8 anni per gli uomini dell'area di Madrid, che è stata quella colpita in modo più significativo nei primi mesi di quest'anno. I dettagli della ricerca “Monitoring life expectancy levels during the COVID-19 pandemic: Example of the unequal impact of the first wave on Spanish regions” sono stati pubblicati sull'autorevole rivista scientifica PloS ONE.

31827 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni