Il piccolo puntino verso il basso al centro è Mercurio durante un transito (Immagine di Brocken Inaglory, via Wikipedia)
in foto: Il piccolo puntino verso il basso al centro è Mercurio durante un transito (Immagine di Brocken Inaglory, via Wikipedia)

Chiunque riesca, si munisca di telescopi e binocoli dotati di adeguati filtri solari e si prepari a godersi l'evento astronomico dell'anno (almeno nel nostro Paese, dove non ci sono interessanti fenomeni da segnalare).

Il prossimo 9 maggio il Pianeta Mercurio farà un passaggio tutto speciale dinanzi al Sole: spettacolo piuttosto raro, dato che l'ultima volta in cui è stato ammirato dal nostro Paese risale a tredici anni fa. Diverse saranno le ore a disposizione per vedere quello che si presenterà come un piccolo punto. La sua comparsa avverrà quando da noi saranno le 13:12 ma il viaggio di Mercurio davanti al Sole durerà sostanzialmente oltre il tramonto del Sole, ragion per cui fino a quando non calerà la sera sarà ancora visibile.

Mercurio è un piccolo Pianeta – questo è noto – ma soprattutto la distanza rende il suo diametro apparente estremamente ridotto: per questo motivo il fenomeno non è visibile ad occhio nudo ma necessita di qualche strumento di aiuto. Qualora vogliate servirvene per non perdere questo affascinante momento, ricordatevi che il filtro è necessario per evitare danni agli occhi.

Il passaggio potrà essere osservato da buona parte dell'Europa occidentale e dalla costa occidentale dell'Africa, così come da gran parte del continente americano. Australia ed Asia Orientale si dovranno accontentare soltanto di una vista parziale.

Quattro anni fa fu la volta del transito di Venere: allora il puntino era più grande e, soprattutto, la straordinarietà dell'evento era ancor più notevole, dato che il successivo passaggio è atteso tra circa un secolo. Per ritrovare Mercurio davanti al Sole, invece, questa volta basterà aspettare il 2019.