Nella notte tra il 24 ed il 25 marzo diverse persone nel centro Italia hanno potuto assistere all’apparizione nel cielo di una scia luminosa. In diversi quotidiani locali è stata presentata la notizia come un evento piuttosto anomalo, simile ad una stella cadente, ma decisamente più lenta e di grande luminosità. Di cosa si tratta realmente?

Alieni o Tiangon 1?

Diversi ufologi non hanno perso tempo a parlare di anomalie misteriose, lasciando pensare al solito all’avvistamento alieno. In diverse testate e blog si è  ipotizzato inoltre che avrebbe potuto trattarsi della stazione spaziale cinese Tiangon 1, di cui si attende la caduta stimata entro il 2 aprile, ma senza che questo rappresenti un pericolo concreto per noi. Al solito le verifiche serie richiedono tempo, così la spiegazione corretta tarda ad arrivare. Del resto sono diversi i filmati realizzati che immortalano questo evento celeste, tutti da analizzare.

Mistero risolto

Il primo a fornire la spiegazione corretta è stato l’astrofilo Marco Langbroek particolarmente esperto di “spazzatura spaziale”, ovvero di tutti quei residui dell’attività umana nello Spazio che continuano ad orbitare sopra le nostre teste. Questa costituisce lo stesso un problema – non proprio per la nostra incolumità – e la caduta dei frammenti potrebbe effettivamente generare avvistamenti ufologici.

Si è trattato del terzo stadio del Soyuz-FG lanciato da un cosmodromo in Kazakistan il 21 marzo. Portava a bordo il cosmonauta Oleg Artemyev che si aggiunge all’equipaggio della Stazione spaziale internazionale. Del resto il rientro del terzo stadio era già previsto proprio tra il 24 ed il 25 marzo. C’è infatti una coincidenza tra la tabella di marcia e l'oraro dell’avvistamento, avvenuto in Italia attorno alle 03:25.