La filariosi del cane e i rischi che comporta
in foto: La filariosi del cane e i rischi che comporta

La bella stagione è arrivata e i nostri cani non vedono l'ora di correre liberi nei prati e nei boschi, attenzione però perché tra una passeggiata e l'altra potrebbero incontrare animali potenzialmente pericolosi per la loro salute, come pulci, zecche e zanzare. Ecco come preparare il nostro cane al caldo:

Pulci, zecche e zanzare

Le pulci e le zecche, oltre ad essere molto fastidiose per il nostro cane, rappresentano un potenziale pericolo per la sua salute:

  • le pulci sono insetti privi di ali che però riesco a fare salti altissimi, stiamo parlando di 1,9m/secondo, e potrebbero provocare la DAP, dermatite allergica da pulci, con la loro saliva portando il cane a grattarsi fino a perdere il pelo, la Dipylidium caninum, una tenia che arriva nell'intestino in caso di pulce infetta e provoca diarrea, prurito e perdita di peso, e Bartonellosi, malattie infettive che portano a febbre, vomito, diarrea e infiammazione
  • le zecche sono acari che si nutrono del sangue del nostro cane e da sole potrebbero non essere pericolose se non fossero vettori di altri malattie come l'Erchiliosi, che porta a letargia, debolezza e dimagrimento, la Rickettiosi, con si manifesta con febbre e sonnolenza e si trasmette agli uomini, la Malattia di Lyme, anch'essa trasmissibile all'uomo che si presenta con febbre, zoppia, dolori e debolezza, e Babesiosi, caratterizzata da febbre, sonnolenza e anemia
  • le zanzare sono insetti innocui per i nostri cani a meno che non siano vettori di malattie che trasmettono con il loro morso, un esempio è la filariosi cardiopolmonare
  • i flebotomi sono insetti simili alle zanzare e conosciuti anche come pappataci, anch'essi, se infetti, possono trasmettere alcune malattie al nostro cane, una su tutte la leishmaniosi

Come contrastare pulci e zecche

Per contrastare le pulci e le zecche, il metodo migliore NON è impedire al nostro cane di godersi la natura, ma applicare prodotti specifici che hanno il compito di allontanare questi animali. Si tratta di antiparassitari specifici che si distinguono tra quelli liquidi, da applicare mensilmente sul pelo lungo la colonna vertebrale, e quelli fissi, veri e propri collari a rilascio graduale. I prodotti più conosciuti sono: Advantix, Stronghold, Scalibor e Seresto (questi ultimi due sono collari).

Lotta contro la filariosi

Per prevenire la filariosi esistono in commercio diversi farmaci che vengono somministrati mensilmente o che con una somministrazione coprono il cane per sei mesi e che eliminano le larve di Dirofilaria immitis e gli adulti di Dirofiliaria repens, tra i più conosciuti il Cardotek-30, il Guardian, l'Advocate, lo Stronghold o l'Interceptor. Ricordiamo che la filariosi cardiopolmonare è una patologia che porta alla formazione e alla crescita di un nematode parassita, il Dirofilaria immitis, direttamente nel cuore infestando i vasi capillari e impedendo il normale funzionamento dell'organo. Si tratta comunque di una condizione che, con un lungo periodo di terapia, può essere curata.

Prevenire la leishmaniosi

Parlando di leishmaniosi, si tratta di una condizione difficilmente curabile che può rendere molto faticosa la vita del nostro cane, per questo è fondamentale fare il possibile per allontanare i pappataci responsabile della trasmissione. A questo proposito sono indicati i prodotti repellenti.