13 Marzo 2013
11:54

Adesso la cometa Panstarrs si vede anche nei nostri cieli

Il 12 e il 13 marzo la cometa C/2011 L4 raggiunge la massima visibilità nei cieli dell’emisfero boreale.
A cura di Redazione Scienze

[Ingrandisci la foto +]

La cometa Panstarrs (C/2011 L4) aveva raggiunto il punto di maggiore vicinanza alla Terra la settimana scorsa, ma, come avevano preannunciato gli studiose, ma massima luminosità sarebbe stata raggiunta solo nei giorni successivi. Allontanandosi dal nostro pianeta e approssimandosi al Sole, Pannstars si sarebbe resa visibile anche ad occhio nudo. Ciò che non era certo, era il giorno, perché nella sua traiettoria la cometa aveva perso luminosità – che poi ha parzialmente riacquistato – in maniera poco prevedibile. Ora che si sta dirigendo verso il Sole, Panstarrs è visibile agli abitanti dell'emisfero boreale (la settimana scorsa era a sud dell'equatore) e si allontana progressivamente dall'equatore per approssimarsi alla Luna crescente. I destini di Panstarrs sono entrati nelle cronache dei giornali il 6 giugno 2011, quando il telescopio "Panoramic Survey & Rapid Response System" (da cui l'acronimo Pan-starrs) dal diametro di 1,8 metri installato sul vulcano Haleakala nelle Hawaii ne ha individuato la coda. La cometa potrebbe restare nei nostri cieli per ancora molto tempo. Definita anche la "cometa di Pasqua", Panstarrs potrebbe essere visibile fino a fine mese, anche se non ad occhio nudo.

La cometa Panstarrs tra Sole e Terra
La cometa Panstarrs tra Sole e Terra
4.214 di Scienze Fanpage
Il passaggio della cometa tra il Sole e la Terra (VIDEO)
Il passaggio della cometa tra il Sole e la Terra (VIDEO)
Un 2013 in attesa delle Comete
Un 2013 in attesa delle Comete
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni