Il gorilla Massa. Credit: Kfrefeld Zoo
in foto: Il gorilla Massa. Credit: Kfrefeld Zoo

Tra le decine di scimmie arse vive nel devastante incendio che ha investito lo zoo di Krefeld, in Germania, c'era anche il gorilla Massa di 48 anni. L'esemplare, un gorilla di pianura occidentale (Gorilla gorilla gorilla), faceva parte di una sottospecie classificata come in pericolo critico di estinzione (codice CR) nella Lista Rossa dell'Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (IUCN). La sua morte è considerata dagli esperti una tragedia nella tragedia. Era infatti il più anziano maschio inserito nel Programma europeo per le specie in pericolo (EEP), uno dei pilastri per la salvaguardia dei gorilla, tra i primati più minacciati del pianeta. Benché infatti molto sia stato fatto per proteggere questi animali negli ultimi decenni – tutti ricordano il sacrificio della compianta zoologa americana Dian Fossey e delle guardie che si battono in Africa contro i bracconieri – i numeri delle popolazioni in natura sono ancora troppo bassi. Per questa ragione i progetti di tutela e riproduzione internazionali sono ancora considerati fondamentali per la sopravvivenza di specie e sottospecie di questi primati così simili a noi, come dimostrano anche le "dita umane" della gorilla Anaka.

Oltre al povero Massa e ad altri gorilla, nel rogo hanno perso la vita anche oranghi, scimpanzé, volpi volanti, uccelli esotici ed altri animali, tutti ospitati nella grande “Casa delle Scimmie” dello zoo tedesco. Una fine atroce causata dalla negligenza umana e dall'impossibilità di fuga per i poveri animali, intrappolati in una prigione di fuoco. Secondo quanto riferito dalla polizia, la causa che ha scatenato il devastante incendio sarebbero state alcune lanterne cinesi lanciate per festeggiare il Capodanno. Tre donne, una signora di 60 anni e le sue figlie, si sarebbero recate al commissariato per autodenunciarsi; avrebbero acquistato le lanterne cinesi su internet e le avrebbero utilizzate all'aperto, non sapendo che si tratta di prodotti assolutamente vietati in Germania proprio per il rischio di appiccare roghi. Testimoni hanno visto le lanterne volare molto basse sopra allo zoo; l'allarme delle prime fiamme è stato dato circa 40 minuti dopo la mezzanotte, ma i pompieri non hanno potuto far nulla per salvare la vita agli animali.

Lo staff del giardino zoologico si è detto estremamente addolorato per la devastante perdita, ma anche commosso per l'affetto e la vicinanza ricevuti da tutto il mondo. In un messaggio pubblicato dal direttore dello zoo Wolfgang Dreßen è stato sottolineato che due scimpanzé, la femmina Bally e il maschio Limbo, sono "miracolosamente" sopravvissuti alle fiamme. Sono solo leggermente feriti e in cura presso la clinica veterinaria. L'intera area distrutta dal rogo è stata sequestrata dalla polizia giudiziaria e ancora non si è potuto procedere al recupero delle carcasse di Massa e degli altri sfortunati animali.