Alle 16 ora italiana di giovedì 17 agosto due cosmonauti russi a bordo della Stazione Spaziale Internazionale saranno impegnati in un'affascinante “passeggiata spaziale”, che avrà una durata complessiva di ben sei ore. L'evento in programma, che potrà essere seguito in diretta streaming sul sito ufficiale della NASA TV, sarà il settimo di questa tipologia nel 2017 e il 202° da quando la ISS è entrata in funzione, circa venti anni fa.

La passeggiata spaziale, tecnicamente definita EVA (Extra Vehicular Activity, attività extraveicolare), coinvolgerà il comandante Fyodor Yurchikhin e il tecnico di volo Sergey Ryazanskiy, che saranno impegnati sia in alcuni esperimenti scientifici che nella manutenzione della Stazione Spaziale Internazionale. Il lavoro sarà piuttosto impegnativo anche dal punto di vista fisico, dato che i due dovranno rilasciare nell'orbita bassa terrestre cinque “nanosatelliti” (dal peso di cinque chilogrammi ciascuno), raccogliere campioni e installare lungo il settore russo della ISS nuovi corrimano e supporti, proprio per facilitare le future passeggiate spaziali dei colleghi.

I satelliti da mettere in orbita, tutti caratterizzati dalla forma di semplici scatole, avranno ruoli diversi. Uno, ad esempio, sarà rivestito da un peculiare materiale stampato in 3D, e lo scopo del lancio sarà proprio verificare la resistenza del rivestimento nell'ambiente orbitale. Altri avranno invece uno scopo “cerimoniale”, dato che includeranno registrazioni di saluti in svariate lingue e celebreranno due importanti anniversari per la cosmonautica russa: il 60° dal lancio dello Sputnik1, il primo satellite artificiale della storia umana, e il 160° dalla nascita del fisico e ingegnere russo Konstantin Tsiolkovsky, considerato una dei “padri” dell'astronautica e della balistica per razzi.

Benché piuttosto lunga, la missione dei due russi sarà di circa un'ora inferiore rispetto a quella condotta da Peggy Whitson nel mese di marzo. L'astronauta americana, una vera e propria icona e “donna dei record” , è già uscita quattro volte quest'anno. Anche Yurchikhin e Ryazanskiy non saranno al proprio “battesimo del fuoco”, dato che in passato sono già usciti rispettivamente 8 e 3 volte. Chi ancora non ha assaporato l'adrenalina di questa esperienza, pur essendone perfettamente addestrato, è il nostro connazionale Paolo Nespoli, che si augura di poter fare la prima passeggiata spaziale proprio durante la missione appena iniziata, e che durerà in tutto sei mesi.

[Foto di NASA]