Credit: PNAS
in foto: Credit: PNAS

Il terribile massacro di un gruppo famigliare allargato è emerso da una tomba di circa 5mila anni, scoperta nei pressi del villaggio di Koszyce, in Polonia. Dall'analisi genetica dei resti delle vittime della strage gli scienziati hanno ottenuto nuove e preziose informazioni sulla cultura delle Anfore Globulari (Kugelamphoren), un gruppo vissuto tra il 3400 e il 2800 avanti Cristo nell'Europa Centrale. La cultura era caratterizzata dalla realizzazione di anfore di forma globulare (che differivano da quelle delle culture precedenti a forma di imbuto) e dall'allevamento intensivo di bestiame, in particolar modo maiali.

La strage. I 15 scheletri adagiati nella tomba appartenevano in larga parte a donne e bambini; gli scienziati che hanno condotto le analisi, infatti, hanno trovato soltanto due uomini, uno sulla cinquantina e un ragazzo di venti. Chi ha seppellito i corpi conosceva bene le relazioni famigliari dei defunti, che comunque erano tutti imparentati fra loro. Le madri erano adagiate al fianco dei figli, così come fratelli e fratellastri. Gli scienziati ipotizzano che furono tutti massacrati mentre gli uomini del gruppo erano fuori a combattere, o magari a coltivare o a commerciare. Non lo scopriremo mai. Sappiamo solo che le vittime furono assalite e uccise con devastanti colpi alla testa, probabilmente con asce e martelli da battaglia di pietra. Dai reperti e dagli ornamenti trovati nella tomba gli archeologi hanno determinato che si trattava di membri della cultura delle Anfore Globulari, ma chi li ha uccisi? E perché?

Analisi genetica. Dall'analisi genetica dei resti, gli scienziati coordinati dai professori Niels N. Johannsen e Morten E. Allentoft (università di Copenaghen e Aarhus, Danimarca) hanno determinato che queste persone erano discendenti di antichi contadini neolitici, e solo in parte dai cacciatori-raccoglitori provenienti da Occidente. Ciò esclude che la discendenza da migranti provenienti dall'India e dall'Iran, come ipotizzato da altre teorie. Il loro peculiare gruppo genetico ha aiutato il gruppo di ricerca a trovare un probabile colpevole del massacro, ovvero i membri della cultura della Ceramica Cordata (o dell'Ascia di Combattimento). Il territorio della cultura delle Anfore Globulari fu infatti occupato dai membri della seconda cultura. Poiché il codice genetico dei due gruppi non risulta mescolato, ciò suggerisce che le due fazioni fossero in lotta fra loro per le risorse e il territorio. È verosimile che la famiglia fu sterminata in seno a questa sanguinosa lotta per il potere. I dettagli sul massacro sono stati pubblicati sulla rivista scientifica PNAS.