Come da una ventina d’anni a questa parte, gli scienziati e gli esperti del CICAP (Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni delle Pseudoscienze) si sono dedicati alla verifica delle previsioni degli astrologi e dei veggenti. Un lavoro non da poco, quello di andare a ricercarsi tutte le profezie diffuse generalmente all’inizio dell’anno, le quali – complice molto spesso un linguaggio che è abile a collocarsi in una zona grigia di vaghezza e probabilità – finiscono spesso dimenticate nel volgere di qualche giorno. Dimenticate ma non cancellate: alla portata del CICAP e di noi di Scienze.fanpage che attingiamo a piene mani da questo impagabile ed interessante servizio. Del resto, se non lo facessero loro, praticamente nessuno si preoccuperebbe di verificare la veridicità di alcune affermazioni. Ecco una sintesi delle più interessanti profezie del 2015 smentite alla prova dei fatti.

Mattarella chi?

Sul successore di Napolitano si era pronunciato Divino Otelma, pronosticando una sfida tra D’Alema, Bertinotti e Veltroni con quest’ultimo favorito; ma anche Caterina Galloni e Marco Pesatori che guardavano rispettivamente al presidente della BCE Mario Draghi e ad Emma Bonino come probabili inquilini del Quirinale. Strano, vero, che nessuno avesse letto negli astri il nome di Sergio Mattarella?

L’imprevedibile Capitale

Nel 2015, secondo le stesso Otelma, avremmo dovuto assistere all’estensione degli scandali di Mafia Capitale in tutta Italia: che, sì, resta pur sempre il Paese più corrotto d’Europa ma, in ogni caso, non a beneficio del Divino che non ha visto realizzarsi la sua previsione. Non ci ha preso neanche con Ignazio Marino, il quale non ha resistito «alla procella» né tanto meno è uscito rafforzato dalla tempesta che, viceversa, ha portato alle sue complicate dimissioni; eppure così era stato annunciato. E no, il cantiere per il nuovo stadio della Roma non ha aperto.

La politica

Per Salvini si pronosticavano grandi cose, nel bene e nel male: sbilanciarsi non è stata una grande idea dato che il suo anno sarà stato anche positivo ma, certamente, non lo ha visto trionfare come capo dell’opposizione come prevedeva Grazia Mirti. Quest’ultima ha effettivamente indovinato il triste e negativo periodo a cui andava incontro il presidente francese Hollande (più la Francia che lui in persona, a voler essere pignoli) ma non ci ha azzeccato quando ha previsto difficoltà in primavera per Papa Francesco.

Mauro Perfetti su Oggi prevedeva novità e mesi favorevoli per Silvio Berlusconi che, però, innegabilmente non ha proprio passato un anno sulla cresta dell’onda. Sull’ex cavaliere si era pronunciata – spiegano gli esperti del CICAP – anche una sensitiva bulgara chiamata Teodora Stefanova che da anni afferma di essere in contatto con un’entità aliena. A parer suo Renzi sarebbe stato tradito da alcuni suoi stretti collaboratori che ne avrebbero causato la caduta e, quindi, portato alle elezioni anticipate. Elezioni che avrebbero spinto Berlusconi a riunire il centro destra aggiungendo figure come la figlia Marina, Flavio Briatore e Luca di Montezemolo. Lo stesso alieno Unilsan, del pianeta Vanfim, ha detto che la crisi finirà nel 2018 e sicuramente al CICAP stanno già portando il conto.

Sport

Ancora l'alieno aveva previsto un grande ritorno in Champions League del Milan, mai visto, grazie al lavoro di Inzaghi (che per la verità è stato congedato). Antonio Capitani su Sky Sport dava la Juventus come vincitrice della Champions League; c’era andato anche vicino, peccato per quei tre gol presi dal Barcellona in finale. Ma – si sa – la palla è rotonda.

L’immancabile catastrofe

Caterina Galloni, attraverso blitzquotidiano.it ha un’idea singolare sul cambiamento climatico dato che, pur non dubitando della realtà dei fenomeni meteorologici estremi, lo inscrive in un problema di armonia planetaria, dimenticando che l’uomo è il primo responsabile di quello che sta accadendo al nostro Pianeta.

Si attendeva comunque una fine del mondo, il 7 ottobre, quando Dio avrebbe distrutto la Terra con il fuoco,  secondo quanto predetto dalla setta cristiana eBible Fellowship.

E, soprattutto, come (quasi) ogni anno, pare che anche Nostradamus avesse dedicato qualche centuria al 2015 preannunciando una grande eruzione del Vesuvio che avrebbe scosso tutta l’Italia: per l’occasione a Napoli farebbero bene ad attingere al loro ricchissimo tesoro di scaramanzia e gesti apotropaici (dato che siamo sempre nell'ambito di pseudoscienze…). C’era anche chi, come Luisa De Giuli su futuroquotidiano.it, aveva previsto un anno in cui il mondo avrebbe riscoperto la fratellanza e l’amore: e forse questa era la cosa più improbabile e coraggiosa da affermare.

E infine…

Pare che Giucas Casella avesse indovinato i vincitori del festival di Sanremo (Il Volo) e addirittura sembra che non fosse la prima volta: al CICAP promettono che indagheranno.