A sinistra, il logo della Space Force americana, a destra il logo di Star Trek
in foto: A sinistra, il logo della Space Force americana, a destra il logo di Star Trek

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha condiviso su Twitter il nuovo logo della Space Force, il neonato "braccio spaziale" delle forze armate americane, ma la reazione dei suoi molteplici follower non è stata sicuramente quella attesa. Il logo, infatti, risulta incredibilmente somigliante a quello di Star Trek, con il quale presenta molteplici punti di contatto. Dalla figura geometrica centrale a punta di freccia (il delta) all'orbita obliqua che la circonda, passando per le stelle sullo sfondo fino alla composizione a cerchi concentrici. Sembrerebbe a tutti gli effetti un plagio, e il fatto che una “vera” forza armata spaziale condivida il logo con una delle serie fantascientifiche più conosciute e apprezzate ha inevitabilmente scatenato i fan di tutto il mondo, che hanno invaso la rete – oltre che la bacheca di Trump – con i meme più disparati, conditi da commenti tra il divertito e lo stupito.

Trump ha accompagnato la presentazione del nuovo logo con una didascalia piena d'orgoglio: “Dopo la consultazione con i nostri Grandi Leader Militari, esperti di design e altre figure, sono felice di presentare il nuovo logo per la United States Space Force, la Sesta Branca delle nostre magnifiche forze armate!”. E giù le grasse risate dei commentatori, che non hanno davvero creduto ai propri occhi. Trump, del resto, non è nuovo a gaffe nei propri cinguettii; dai 138 milioni di morti nello Sri Lanka per un attacco terroristico (erano 138) al Principe Carlo d'Inghilterra divenuto incredibilmente il “Principe delle Balene” (Whales) invece che del Galles (Wales). Alla luce di questi precedenti qualcuno ha addirittura ipotizzato un “tiro mancino” al presidente, che sarebbe caduto nella rete di qualche collaboratore buontempone. Ma il logo della Space Force è proprio quello condiviso da Trump, e il suo design, benché incredibilmente somigliante a quello di Star Trek, non è assolutamente figlio di un plagio, ma ha piena ragion d'essere. Vediamo perché.

Il simbolo centrale del delta attinge a piene mani dalla storia dell'Aeronautica Militare Americana, che da sempre va a braccetto con il programma spaziale a stelle e strisce. Come specificato dai funzionari della Space Force, “Il simbolo delta, l'elemento centrale del design del logo, fu usato per la prima volta già nel 1942 dalle Forze aeree dell'esercito americano e nei primi emblemi dell'organizzazione spaziale dell'Aeronautica militare risalenti al 1961. Da allora, il simbolo delta è stato una caratteristica di spicco negli emblemi della comunità spaziale militare”. Anche gli altri dettagli con le stelle e l'orbita attorno al pianeta al centro (verosimilmente la Terra) sono ispirate all'emblema del comando spaziale dell'aeronautica USA, come mostra il tweet di John Noonan. Tenendo presente che la serie televisiva di Star Trek è uscita nel 1966, è verosimile che sia il logo della flotta stellare ad essere ispirato a quello dell'aeronautica militare, e non viceversa. Nonostante ciò, alcuni protagonisti della celebre serie televisiva – come George Takei (Mr Sulu) – si sono spinti a chiedere scherzosamente a Trump i “diritti” per l'utilizzo del logo. In verità i punti di contatto tra comando spaziale americano e Star Trek c'erano stati già in passato; basti pensare allo Shuttle Enterprise, così chiamato per omaggiare la celebre astronave della serie televisiva.

Ma cos'è esattamente la Space Force americana? Nata a dicembre dello scorso anno, è stata ideata per difendere le risorse e gli interessi americani nello spazio, oltre che per garantire la leadership degli USA oltre la Terra. Tra gli scopi principali della nuova forza c'è anche quello di evitare un futuro conflitto spaziale, come sottolineato dal suo comandante, il generale John W. Raymond che ha giurato pochi giorni addietro. Ovviamente il ruolo di queste truppe, che curiosamente avranno divise mimetiche come quelle di altri corpi, sarà dedicato fondamentalmente allo studio e alla ricerca. Nello spazio, almeno nel prossimo futuro, non ci sarà alcuna astronave armata con la bandiera degli USA.