"Vogliamo aiutare le persone a concepire in un modo che nessuno ha mai sviluppato prima: oggi il mercato è completamente focalizzato sulle donne affinché si monitorino  ormoni, temperatura e così via per poter individuare i giorni mensili di maggiore fertilità. Eppure un uomo su cinque soffre di una bassa produzione di spermatozoi che riduce le possibilità di concepimento". A parlare ad ABC Journal sono Greg Sommer e Ulrich Schaff, due ricercatori che hanno creato il primo test "portatile" di fertilità per uomini. Si chiama TrakFertility, un kit con il quale sarebbe possibile misurare la fertilità maschile in pochi minuti e, soprattutto, nella privacy di casa propria senza le complicazioni – organizzative ed emotive – dell'esame di laboratorio. "E' un sistema diagnostico – ha osservato Sommer – portatile, facile da usare, che ha la precisione di un test clinico".

Sommer e Schaff hanno sviluppato una tecnologia applicata da loro stessi nel Sandia National Laboratories, di cui erano appunto ricercatori e per il quale avevano creato un dispositivo capace di individuare quasi istantaneamente tossine e minacce biologiche. Successivamente i due studiosi hanno fondato la Arenaria Diagnostics Inc. nella quale hanno appunto sviluppato il test di fertilità maschile TrakFertility. Secondo le prime stime, il test potrebbe essere commercializzato già a partire dal 2015. Per quella data è inoltre probabile che sarà pienamente sviluppata un'applicazione per smartphone a cui stanno lavorando i due ricercatori, in modo tale da poter creare una community di uomini che, soffrendo di infertilità, possono pubblicare l'esito dei propri test e confrontarsi con medici e altri iscritti al servizio.