460 CONDIVISIONI
15 Novembre 2019
18:22

Supercentenari, scoperto il segreto della longevità

Ricercatori dell’istituto RIKEN Center for Integrative Medical Sciences di Yokohama e dell’Università Keio (Giappone) hanno dimostrato che i supercentenari – cioè le persone con più di 110 anni – hanno un sottogruppo di cellule T del sistema immunitario in concentrazione molto superiore alla norma. Si tratta dei linfociti T CD4 con capacità citotossiche, che sarebbero in grado di proteggere da tumori e infezioni.
A cura di Andrea Centini
460 CONDIVISIONI

I supercentenari, cioè le persone con più di 110 di anni di età, hanno un numero sensibilmente superiore di cellule del sistema immunitario con caratteristiche citotossiche – cioè in grado di uccidere altre cellule – chiamate linfociti T CD4. Poiché queste “sentinelle” del sistema immunitario sono spietate con intrusi e agenti patogeni, e poiché le persone che arrivano a questa veneranda età – come la signora Emma Morano scomparsa a 117 anni – tendono a trascorrere la loro intera vita in buona salute senza infezioni e tumori, secondo gli scienziati potrebbe essere proprio il numero maggiore di queste cellule a proteggerli e a donar loro lunga vita. In altri termini, il segreto della longevità risiederebbe proprio nei linfociti T CD4 citotossici.

Emma Morano, la centenaria di Verbania scomparsa a 117 anni nel 2017
Emma Morano, la centenaria di Verbania scomparsa a 117 anni nel 2017

A determinarlo è stato un team di ricerca internazionale guidato da scienziati giapponesi dell'istituto RIKEN Center for Integrative Medical Sciences di Yokohama, che hanno collaborato a stretto contatto con i colleghi del Centre for Supercentenarian Medical Research presso la Scuola di Medicina dell'Università Keio. Tra i ricercatori coinvolti nello studio anche gli italiani Giovanni Pascarella e Piero Carninci, quest'ultimo vicedirettore dell'IMS e uno degli autori principali dello studio. Gli scienziati hanno deciso di studiare le cellule immunitarie dei supercentenari proprio perché, come indicato, essi trascorrono la loro vita relativamente immuni da infezioni e cancro; ciò suggerisce che debbano avere di base un sistema immunitario piuttosto “performante”, come poi dimostrato dalla ricerca.

 

Carninci e colleghi hanno prelevato oltre 41mila cellule da 7 supercentenari e circa 20mila dai partecipanti del gruppo di controllo per metterle a confronto. Anche se il numero di cellule B e T – i principali “soldati” del sistema immunitario – è risultato più o meno lo stesso tra i due gruppi, gli scienziati si sono accorti che tra i linfociti T vi era un sottogruppo con capacità citotossiche con una concentrazione sensibilmente superiore. Le cellule T CD4 erano fino all'80 percento nei supercentenari, mentre nel gruppo di controllo arrivavano al 10-20 percento al massimo. “Riteniamo che questo tipo di cellule, che sono relativamente rare nella maggior parte degli individui, anche giovani, sono utili per combattere contro i tumori e potrebbero essere importanti per l'immunosorveglianza. Questo risultato è eccitante in quanto ci ha fornito nuove intuizioni su come le persone che vivono una vita molto lunga sono in grado di proteggersi da condizioni come infezioni e cancro”, ha dichiarato il professor Carninci.

I supercentenari sono estremamente rari, anche in Paesi come il Giappone dove c'è una larga fetta della popolazione nella terza età; basti pensare che nel 2015 nel Paese del Sol Levante c'erano ben oltre 60mila persone con più di 100 anni, mentre quelle con più di 110 erano solo 146. I dettagli della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista scientifica Proceedings of National Academy of Sciences (PNAS).

460 CONDIVISIONI
Il "segreto" della longevità nel sangue dei supercentenari: prof. Carninci ci racconta la scoperta
Il "segreto" della longevità nel sangue dei supercentenari: prof. Carninci ci racconta la scoperta
Il segreto della longevità nel cuore del pino che vive oltre 5mila anni
Il segreto della longevità nel cuore del pino che vive oltre 5mila anni
Tunnel segreti dei templari scoperti sotto la città israeliana di Acri. Forse c'è il loro tesoro
Tunnel segreti dei templari scoperti sotto la città israeliana di Acri. Forse c'è il loro tesoro
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni