Esiste una mega-struttura aliena attorno alla cosiddetta stella di Boyajian? Non si tende ad escludere niente a prescindere, anche se il capitolo sembrava essere ormai chiuso. Eppure recenti comunicati fanno pensare che la stella classificata "KIC8462852" abbia nuovamente sconvolto gli scienziati con nuove anomalie.

Strutture aliene o asteroidi? Dell'equivoco ci eravamo già occupati dalle prime segnalazioni. Constatammo che le anomalie registrate (un calo di luminosità del 22%), si spiegano meglio con l'attrazione gravitazionale dovuta ad una Nana rossa nei pressi. La vicinanza con questo astro – troppo piccolo per essere una stella e troppo grande per essere un pianeta – potrebbe attirare nubi di asteroidi, verosimilmente dalla nube di Oort. Inizialmente si ipotizzò invece che potesse trattarsi di una mega-struttura in costruzione attorno alla stella, che noi definiamo "sfera di Dyson", ovvero una sorta di guscio sferico artificiale che avvolgerebbe una stella in modo da catturarne l'energia. Tuttavia le anomalie presentano regolarità non paragonabili con quelle di altre 500 stelle osservate dalla sonda Kepler. Questo ci porta a tenere la mente aperta, ma senza prove più incisive non si può far altro che fantasticare.

Il nuovo annuncio degli astronomi

Recentemente su Twitter la nostra stella torna alla ribalta, i ricercatori avrebbero riscontrato infatti il ripetersi delle anomalie. Questa potrebbe essere una grossa opportunità per capire cosa stia effettivamente succedendo. Ormai si è formato persino una sorta di club di amanti della Boyajian star, formato da astronomi e altri esperti. L'unica cosa certa al momento è che ci sono stati un nuovi cali di luminosità. Anche i responsabili del progetto Seti si tengono molto prudenti smentendo che possa trattarsi della prova dell'esistenza di una civiltà aliena molto avanzata: "è improbabile che il mistero di KIC 8462852 sia risolto immediatamente". Astronomi di tutto il mondo seguono il caso, ed è molto difficile che la Nasa o altri misteriosi poteri occulti, possano mettere il bavaglio a tutti. Anche i responsabili dei primi tweet rispondono con estrema prudenza alle domande che vengono fatte loro dagli utenti, specialmente Jason Wright. Insomma, nessuno sostiene che sia avvenuto un primo contatto con civiltà aliene.