Credit: Mauricio Marat INAH
in foto: Credit: Mauricio Marat INAH

Nella misteriosa Piramide della Luna sita nel cuore dell'antica città precolombiana di Teotihuacan, in Messico, è stata scoperta l'esistenza di un tunnel segreto sotterraneo che sfocia in una camera di 15 metri quadrati. Il passaggio è stato individuato dagli archeologi dell'Istituto Nazionale di Antropologia e Storia del Messico (INAH) e dai geofisici dell'Università Nazionale Autonoma del Messico, mentre analizzavano i dati raccolti da esami condotti nell'estate dello scorso anno.

Gli scienziati, supervisionati dalla dottoressa Verónica Ortega, direttrice del progetto di conservazione integrale dell'affascinante monumento, nel 2017 sfruttarono una peculiare tecnica di resistività elettrica per sondare le proprietà geologiche del terreno al di sotto della piramide. Ciò ha permesso di ricreare una mappa tridimensionale senza la necessità di scavare. Sin dai primi riscontri emersero indizi del tunnel segreto, tuttavia solo dopo un anno di analisi è arrivata la conferma della sua esistenza, per giunta accompagnata dall'emozionante scoperta di una stanza segreta.

L'ingresso del passaggio, costruito a 8 metri di profondità, si trova a sud di Plaza de la Luna, sita innanzi all'altare della Grande dea di Teotihuacan. Secondo gli archeologi potrebbe esserci un altro ingresso anche ad est, per questo verranno condotte ulteriori analisi ad hoc. Scavi effettuati in passato nell'area fecero emergere le ossa di centinaia di animali (fra i quali puma e lupi), gli scheletri di persone con cranio deformato e numerosi oggetti in pietra di color verde, come gioielli, manufatti, lame di ossidiana e figure antropomorfe. Gli archeologi non sanno cosa potrebbe celarsi nei tunnel e soprattutto nella stanza, ma ipotizzano che potessero essere collegati a riti funebri e a sacrifici.

La Piramide della Luna fu costruita tra il 200 ed il 450 dopo Cristo da un criptico popolo della cultura mesoamericana, ed è la seconda per dimensioni dopo l'imponente Piramide del Sole. Entrambi i monumenti sono collegati alla Via dei Morti ed erano due degli edifici più importanti dell'antica metropoli di Teotihuacan. La Piramide della Luna (Meztli Itzácual) è stata ampliata ben sette volte dai suoi costruttori e raffigura il profilo del Cerro Gordo, la montagna che spunta a nord del complesso archeologico.

I misteri che circondano il popolo che costruì la metropoli e i suoi affascinanti edifici rendono la scoperta della camera segreta ancora più emozionante, ma non è ancora chiaro quando e se verrà effettivamente esplorata da una squadra di esperti. Al momento si cerca di delimitarne con precisione entrate e confini. La speranza è che possa svelare ulteriori segreti della Piramide, come quelli riguardanti l'enorme pietra da 22 tonnellate e raffigurante la Luna che gli Aztechi vi avrebbero posto sulla sommità.