A sinistra il presunto scacco più antico. Credit: Olsen/Devanath
in foto: A sinistra il presunto scacco più antico. Credit: Olsen/Devanath

Un piccolo frammento di pietra arenaria scolpita risalente a 1.300 anni fa potrebbe essere il più antico pezzo degli scacchi mai scoperto. Nello specifico, si tratterebbe di una “torre”, non come quella classica che siamo abituati a vedere oggi nei set, ovvero merlata e di ispirazione medievale, ma un tipo legato agli antichi scacchi islamici, dove questo pezzo somigliava più a un robusto carro. A ipotizzare che il piccolo manufatto possa essere il più antico pezzo degli scacchi conosciuto è stato il professor John Oleson, docente di Archeologia presso l'università canadese dello Stato di Victoria.

La pietra intagliata protagonista della storia fu recuperata nel 1991 nella Giordania meridionale a Humayma o Humeima, un luogo che un tempo (all'inizio del VII secolo) era un importantissimo luogo di scambio commerciale. Proprio lì si snodava l'antica strada romana Via Nova Traiana che attraversava il Medio Oriente, dove oltre al passaggio di merci si intrecciavano prolifici scambi culturali. Si ritiene che l'origine degli scacchi risalga a 1500 anni fa nell'attuale India; da lì il gioco si diffuse in Persia e successivamente in tutto il Medio Oriente, in Nord Africa e infine nell'Europa Meridionale, da dove poi è stato portato nel resto del mondo. Oleson sostiene che proprio grazie a questi passaggi il pezzo sarebbe finito a Humayma.

“Se l'identificazione come pezzo degli scacchi è corretta, si tratterebbe del primo esempio fisico per un design astratto semplificato e del primo esempio noto di un pezzo degli scacchi”, ha dichiarato il professor Olsen. “Sebbene la forma, rettangolare nella sezione e con sporgenze a forma di corno nella parte superiore, assomigli ad un altare nabateo o betile , i parallelismi con i primi pezzi degli scacchi islamici sono molto più convincenti”, ha aggiunto lo studioso nell'abstract del suo studio presentato al meeting annuale della American Schools of Oriental Research. In pratica, la pietra intagliata somiglierebbe più a uno scacco che a un simbolo religioso, come se ne trovano molti. La conferma sull'esatta natura della pietra ci sarà solo dopo ulteriori e più approfonditi studi.

Ad oggi gli scacchi più antichi conosciuti hanno 1200 anni e sono i cosiddetti “Lewis chessmen” (Scacchi di Lewis). Furono scoperti in Norvegia e sono fatti di avorio di tricheco intagliato. Sono così preziosi che un pezzo singolo recuperato di recente è stato venduto all'asta a poco meno di un milione di dollari. I set degli Scacchi di Lewis sono esposti al Museo di Edimburgo e a Londra.