Attorno alle 17:40 di lunedì 20 novembre sarà possibile ammirare lo spettacolare ‘incontro' tra una sottilissima falce di Luna e il pianeta Saturno, in una delle sue ultime apparizioni serali prima di sparire durante la stagione fredda. I due oggetti si troveranno (virtualmente) molto vicini fra loro sulla volta celeste, e per individuare il “Signore degli Anelli” basterà volgere lo sguardo a sinistra del nostro satellite. La Luna, tuttavia, non sarà semplicissima da individuare nel cielo, soprattutto se sporcato da qualche nuvola, poiché sarà illuminata soltanto per il 5 percento: del resto sono trascorsi soltanto due giorni dalla cosiddetta Luna nuova.

Per cercare la sottilissima falce guardate molto basso all'orizzonte, verso sud-ovest; dopo il tramonto, che oggi cadrà esattamente alle 16:46, dovrebbe essere più semplice trovarla, ma assicuratevi di avere la vista sgombra da ostacoli come gli alberi. Saturno, alla sinistra del nostro satellite, si presenterà come un puntino solitario e luminoso, con un colore tenue bianco-giallognolo. Si tratta di una delle ultime occasioni per ammirare il pianeta, poiché nelle ore buie dei prossimi giorni sarà sempre più basso all'orizzonte, sino a sparire completamente al di sotto di esso. Fra l'altro entrerà a breve anche in congiunzione col Sole, la cui luminosità renderà ancora più difficile scorgerlo.

Lo spettacolo sarà perfettamente godibile a occhio nudo, ma con un buon binocolo – dotato di almeno trenta ingrandimenti – o un piccolo telescopio sarà possibile apprezzarlo al meglio. Poiché la turbolenza dell'aria è maggiore quando si osserva nei pressi della linea dell'orizzonte, è possibile che Saturno risulti “bollire” negli strumenti ottici, col rischio di non riuscire a distinguere nitidamente i suoi caratteristici anelli. Un sacrificio accettabile, considerando che ci sarà da attendere parecchio per rivedere il pianeta alto e ‘brillante' nel cielo stellato. Da segnalare che poco al di sotto di Luna e Saturno in queste ore si trova Mercurio; gli ultimi giorni di novembre sono notoriamente i migliori dell'anno per tentare la difficile osservazione del piccolo pianeta. Il momento più adatto per tentare la sorte sarà l'ora successiva al tramonto del 28 novembre.

[Credit: Andrea Centini]