Indossare la maglietta giusta costa meno soldi e fatica dell'iscrizione ad una palestra e, soprattutto, ha il conforto scientifico di una ricerca inglese. Alcuni studiosi della Nottingham Trent University hanno analizzato l'impatto che un abbigliamento ben selezionato può avere in termini di attrattiva sull'altro sesso. Il test è stato condotto su un campione di uomini che hanno indossato prima una semplice t-shirt con una T stampata nel senso giusto e, successivamente, una maglietta simile con la stessa lettera, stampata all'incontrario. Il lato orizzontale della T esalta rispettivamente l'ampiezza del torace e quella della pancia. Insomma, un'illusione ottica: la lettera posta nel senso giusto suggerisce la forma a V del tronco maschile, da sempre emblema di virilità. Secondo i ricercatori, gli stessi soggetti acquistavano un +12% di attrattiva con la prima maglietta, con risultati particolarmente positivi proprio per quei soggetti la cui forma fisica era decisamente carente. Più l'uomo poteva vantare un corpo statutario, meno aveva da guadagnare dall'illusione ottica.