L’otite è un’infiammazione dell’orecchio che si distingue in interna, media o esterna a seconda dell’area interessata e che porta con sé una serie di sintomi fastidiosi, dolorosi e, in casi più gravi, pericolosi che non devono essere sottovalutati. Vediamo insieme nel dettaglio cos’è l’otite, quali sono i sintomi e come si cura.

Interna, esterna e media

L’otite è un’infiammazione acuta o cronica dell’orecchio che si distingue in base alla porzione auricolare coinvolta:

  • Interna – quando ad essere colpita è la parte interna dell’orecchio (che comprende il labirinto auricolare)
  • Media – quando ad essere colpito è l’orecchio medio (che comprende il cavo del timpano, la membrana timpanica, la catena degli ossicini e la tuba uditiva)
  • Esterna – quando ad essere colpito è l’orecchio esterno (che comprende il padiglione auricolare e il condotto uditivo esterno)

Cause e sintomi dell’otite

A seconda della parte di orecchio colpita, la cause possono essere diverse e così anche i sintomi:

  • Otite interna (labirintite) – le cause possono essere batteri o virus che si insediano nell’orecchio e che portano a vertigini, fischi alle orecchie, perdita dell’udito e giramenti di testa
  • Otite media – la cause possono essere legati ad infezioni delle vie respiratorie che si estendono lungo la tuba di Eustachio e che si manifestano con febbre, congestione nasale, dolore ed emissione di pus dal canale auricolare. Nei casi più gravi può portare a perforazione del timpano
  • Otite esterna – la cause possono essere batteri, virus o funghi (più raramente) che possono portare a prurito e dolore accompagnati da eritemi, edema e alterazione delle capacità uditive

Curare l’otite

L’otite, a seconda della gravità e del parere del medico che ha effettuato la diagnosi, può essere trattata con terapie antibiotiche, antivirali e analgesiche. Una volta accertata l’otite, si consiglia (oltre al trattamento prescritto) di dormire con la testa sollevata da un cuscino, in modo da ridurre l’infiammazione, asciugare l’orecchio con cura con il peon e non con il cotton fioc, applicare emollienti, evitare di grattarsi.

[Foto copertina di MikesPhoto]