Un semplice intervento potrebbe modificare il colore degli occhi, realizzando il "sogno" di quanti hanno sempre desiderato degli occhi azzurri, ma chissà se ci sarà da fidarsi

Modificare il proprio aspetto fisico, fin nei dettagli più inimmaginabili: una possibilità al giorno d'oggi che sta prendendo le dimensioni di una vera e propria tendenza, nel mondo occidentale. Donne e uomini, stanchi dell'invecchiamento o insoddisfatti di particolari del proprio viso e del proprio corpo, fanno ricorso con estrema facilità al bisturi, al punto che, ormai, capita di frequente di trovarsi dinanzi a dettagli «contraffatti» senza che si sia in grado di rendersene conto.

Se c'era qualcosa sulla cui «autenticità» si poteva scommettere, questi erano gli occhi: ultimo baluardo di madre natura, sebbene ormai da decenni circolassero lenti a contatto colorate per modificarne il colore, l'iride era rimasto l'ultimo grande intoccato da parte della chirurgia, con un certo sollievo di quanti, attraverso uno sguardo, ricercano «lo specchio dell'anima».

Ebbene da oggi, gli scienziati californiani dello Stroma Medical guidati dal dottor Gregg Homer, potrebbero realizzare il sogno di coloro i quali, nati con gli occhi marroni, avrebbero sempre desiderato averli azzurri; e, il tutto grazie ad un semplicissimo intervento della durata di appena 20 secondi, eseguito utilizzando un fascio laser che distrugge il pigmento di melanina che rende l'iride scuro. Nelle settimane successive all'operazione, poi, il colore gradualmente si trasformerà e in maniera permanente.

Per quanto i medici californiani abbiano immediatamente sottolineato la sicurezza del trattamento, non manca chi ha avanzato dei dubbi come il professor Elmer Tu dell’Università dell’Illinois, il quale si interroga sul destino del pigmento marrone che viene rilasciato grazie al laser, chiedendosi esattamente dove sarebbe previsto che vada a confluire; c'è poi il problema del glaucoma pigmentario, che si ritiene causato da un'infiltrazione proprio di melanina nel liquido che si trova nell'occhio.

Tuttavia, considerando che la tecnica necessita ancora di un anno e mezzo di sperimentazioni, si prevede che, per allora, queste domande avranno trovato una risposta; l'unica cosa certa, per il momento, è il costo di questo capriccio, non proprio da poco, che si aggirerà intorno ai 5000 dollari negli Stati Uniti.