L'obesità e il sovrappeso rappresentano un serio fattore di rischio per 13 tipi di cancro. Tra essi vi sono i tumori al colon e al retto, al seno (in particolar modo per le donne in post menopausa), al pancreas, all'esofago, al rene, al cervello, al fegato, all'endometrio, alla cistifellea e il mieloma multiplo. Lo hanno determinato gli scienziati dei Centri per la prevenzione e il controllo delle malattie (Centers for Deasease Control and Prevention, CDC), uno dei più importanti organismi che monitora la sanità pubblica negli Stati Uniti d'America. Gli studiosi, coordinati dalla dottoressa Lisa C. Richardson, responsabile della Divisione CDC per il Cancro, sono giunti a questa conclusione dopo aver analizzato i dati statistici delle diagnosi e dei tassi di incidenza di cancro negli USA tra il 2005 e il 2014.

Per quanto concerne l'ultimo anno preso in esame, Richardson e colleghi hanno indicato che sono state ben 631mila le diagnosi di cancro associate a sovrappeso e obesità, ovvero il 40 percento del totale di tutti i tumori. Benché estremamente significativo, il dato non riflette la percezione della popolazione americana sui rischi legati al cancro per i chili di troppo; non a caso gli USA sono tra i principali paesi industrializzati col più alto tasso di obesità: “Che l’obesità e il sovrappeso stiano interessando i tumori può essere una notizia sorprendente per molti americani – ha sottolineato la dottoressa Anne Schuchat, vice direttrice del CDC –, la consapevolezza che alcuni tumori sono associati all’obesità e al sovrappeso non è ancora diffusa”.

I tassi di incidenza di tumori correlati al sovrappeso e all'obesità, si legge nel rapporto settimanale divulgato dal CDC sul sito ufficiale, sono risultati più elevati tra le persone anziane (con età superiore o uguale a 50 anni) rispetto ai giovani; nelle donne rispetto agli uomini e nei neri e bianchi non ispanici rispetto agli altri gruppi. Dei 631mila casi di cancro analizzati circa 2/3 hanno riguardato persone con un'età compresa tra i 50 e i 74 anni, e al di là del cancro al colon-retto, che ha subito una flessione grazie alla diffusione degli screening preventivi, tutti i tipi di tumore associati all'obesità e al sovrappeso sono aumentati del 7 percento, mentre quelli non associati sono diminuiti del 13 percento.

Sebbene il rischio di cancro sia generalmente associato a uno stile di vita sedentario, scorretta nutrizione, vizio del fumo e dell'alcol e ad altri fattori noti, la ricerca della CDC suggerisce che i chili di troppo hanno un impatto significativo nel rischio di sviluppare specifici tumori, alcuni dei quali diffusi e particolarmente aggressivi, come ad esempio quello al pancreas.