Nella lista dei NEO (Near-Earth Object) si aggiunge un nuovo asteroide scoperto la settimana scorsa da un team di astronomi ucraini presso l'Osservatorio astrofisico della Crimea. Si tratta di 2013 TV135, che al momento si trova nella costellazione delle Giraffe e che secondo le stime raggiungerà il momento di maggiore pericolosità il 26 agosto 2032. La distanza più probabile, infatti, sarà di 1,5 milioni di chilometri dalla Terra, una lunghezza troppo ridotta per abbassare la guardia su un percorso che, da oggi al 2032, potrebbe essere alterato da diverse variabili. La scoperta, diffusa prima dal Nia Novost, è stata successivamente confermata da osservatori italiani, russi, spagnoli e britannici, fino a ricevere l'autorevole riconoscimento della Nasa.

Secondo la scheda della Nasa, la possibilità che 2013 TV135 impatti sul nostro pianeta è di una su 63.000. Un'eventualità molto rara che comunque giustifica l'azione di monitoraggio dell'agenzia spaziale statunitense. Nella Scala Palermo, il valore che indica la probabilità di impatto e il potenziale distruttivo, il nuovo NEO si aggiudica un significativo -1,84, espressione anche dell'energia questo masso di 410 metri libererebbe sulla Terra, equivalente a 50 bombe atomiche. La traiettoria dell'asteroide sarà osservata dagli esperti, che probabilmente soltanto nel 2028 potranno prevedere senza significativi margini di errore il percorso del NEO.