nobel chimica

Intorno alle 11.45 è stato dato l'annuncio da parte dei membri della Reale Accademia Svedese delle Scienze del conferimento del Premio Nobel per la Chimica 2012 a due studiosi statunitensi: si tratta di Robert J. Lefkowitz (Howard Hughes Medical Institute, Duke University Medical Center, Durham, North Carolina,) e di Brian K. Kobilka (Stanford University School of Medicine, Stanford, California). I due ricercatori sono stati insigniti della prestigiosa onorificenza per i loro studi sui «recettori accoppiati alla proteina G». Le motivazioni dell'Accademia:

Il vostro corpo è un ben sintonizzato sistema di di interazione tra miliardi di cellule. Ciascuna cellula possiede dei piccoli recettori che permettono a questo di percepire l'ambiente circostante e di adattarsi alle nuove situazioni. Robert Lefkowitz e Brian Kobilka sono stati premiati con il Nobel 2012 per la Chimica per la loro rivoluzionaria scoperta che rivela il profondo funzionamento di una importante famiglia di recettori, quelli associati alle proteine G.

Tracciando la mappa completa di tali recettori, i due studiosi americani hanno approfondito aspetti riguardanti la percezione di stimoli importantissimi quali la luce, i sapori, gli odori, le stesse sostanze in grado di regolare l'umore (come gli ormoni) e le reazioni dell'organismo a tali stimoli. Conoscere al meglio la struttura e il meccanismo di questi recettori, sui quali agiscono buona parte dei farmaci in commercio, significherà un passo avanti importantissimo per realizzare medicinali maggiormente efficaci.