I figli piccoli e adolescenti di madri che seguono una dieta sana, fanno regolare attività fisica, bevono con moderazione, non fumano e hanno un peso corporeo nella norma, hanno un rischio del 75 percento inferiore di diventare obesi. Lo ha dimostrato un team di ricerca dell'autorevole Harvard TH Chan School of Public Health presso la prestigiosa Università di Harvard, che ha condotto un'approfondita analisi statistica sui dati di oltre 24mila bambini e ragazzi tra i 9 e i 18 anni (studio Growing Up Today) nati da circa 17mila donne, coinvolte nel Nurses' Health Study II.

Gli scienziati, coordinati dal professor Qi Sun, docente presso il Dipartimento di Nutrizione dell'ateneo di Boston, hanno seguito i partecipanti per un periodo di follow up di 5 anni, durante i quali il 5,3 percento tra bambini e adolescenti (1.281) ha sviluppato obesità. Negli Stati Uniti la statistica generale è di un bambino ogni cinque nati, che sviluppa la condizione patologica tra i 6 e i 19 anni. Incrociando i dati dei due studi prospettici di coorte, gli studiosi hanno dimostrato che i figli di donne che avevano abitudini di vita sane manifestavano un rischio inferiore di sviluppare l'obesità.

È emerso ad esempio che i figli di donne con un peso normale (BMI – Indice di Massa Corporeo compreso tra 18.5 e 24.9) avevano un rischio del 56 percento inferiore di essere obesi. I figli di madri che non fumavano avevano invece un rischio inferiore del 31 percento. Il rischio di obesità, curiosamente, era più basso anche per i figli delle donne che bevevano poco o moderatamente rispetto ai figli delle astemie. Il dato sulle grandi bevitrici non è stato possibile ottenerlo poiché nel campione ce n'erano troppo poche.

Per quanto concerne l'attività fisica, il rischio di obesità era inferiore nei figli delle madri che praticavano attività fisica moderata o vigorosa per almeno 150 minuti a settimana. Nel complesso, i figli delle madri che seguivano le cinque “regole d'oro” del corretto stile di vita hanno mostrato un rischio del 75 percento inferiore di diventare obesi. Se anche i figli aderivano a queste abitudini sane, il rischio di obesità veniva ridotto all'82 percento.

“Il nostro studio è stato il primo a dimostrare che un generale stile di vita sano supera di gran lunga qualsiasi singole fattore di stile di vita sano seguito dalle madri quando si tratta di ridurre il rischio di obesità nei propri figli”, ha dichiarato il professor Qi Sun. I dettagli della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista scientifica The British Medical Journal.