Ortodonzia invisibile: come portare l’apparecchio e avere un bel sorriso.
in foto: Ortodonzia invisibile: come portare l’apparecchio e avere un bel sorriso.

Il tuo dentista ti ha detto che devi portare un apparecchio per i denti perché hai un brutto problema di disallineamento che ha provocato una malocclusione. Tu gli hai detto ovviamente di si, ma nonostante il tuo dentista ti abbia consigliato un apparecchio fisso, preferiresti le mascherine che si possono togliere perché l’apparecchio fisso ti fa paura e non sai come fare.

Nessun problema! Se l’idea di portare un apparecchio fisso ti provoca ansia e imbarazzo, quando non proprio vergogna, o se per il lavoro che fai ti è impossibile anche solo pensare di nascondere il tuo sorriso dietro un apparecchio ortodontico fisso, sappi che esistono apparecchi per i denti fissi, estremamente efficaci che non si vedono… e non si sentono. Vediamo quali.

Se stai decidendo quale tipo di apparecchio fisso per i denti scegliere, dal momento che le mascherine trasparenti non sono sufficienti a risolvere il tuo problema, il sistema che ti proponiamo è l’ortodonzia invisibile linguale fissa senza attacchi, che utilizza una tecnica assolutamente rivoluzionaria in campo ortodontico, ma allo stesso tempo del tutto invisibile e impercettibile. Vediamo come funziona.

Gli apparecchi fissi sono tutti esterni quindi visibili, o interni, cioè montati internamente all’arcata dentaria. Tanto quelli esterni visibili quanto quelli interni invisibili servono a riallineare perfettamente i denti, tuttavia soprattutto quelli interni, possono produrre fastidi alla fonazione delle parole, quindi problemi a parlare, alla deglutizione o addirittura dolore a causa della continua frizione sulla lingua che può diventare molto fastidiosa.

Gli apparecchi interni fanno pagare la loro invisibilità con una serie di fastidi e problematiche che vengono risolti con l’ortodonzia invisibile fissa, linguale senza attacchi, un sistema straordinario perché riallinea perfettamente i denti usando nell’arcata dentaria interna un filo d’acciaio molto sottile, che può essere costituito da differenti tipologie di materiali biocompatibili, dello spessore approssimativo di un millimetro. Tale filo viene fissato ai denti senza l’utilizzo dei classici attacchi, che sono “il” problema degli apparecchi interni, in quanto direttamente responsabili dei fastidi legati a questo tipo di apparecchio. Con questo sistema invece il filo viene fatto aderire ai denti con un procedimento speciale, di cui si discute approfonditamente nel blog Zerodonto, un importante sito web  di rilievo internazionale che ospita il contributo dei migliori dentisti al mondo.

Qual è il problema con le mascherine trasparenti?

Le mascherine trasparenti per l’ortodonzia invisibile come invisalign, funzionano benissimo, ma sono tanto più efficaci quanto meno è importante il disallineamento, perché raddrizzano i denti lavorando solo sulla parte più superficiale, mentre nei casi di disallineamento più importante, c’è bisogno di un apparecchio che agisca riallineando i denti più in profondità, quindi in prossimità della radice. Solo così si riesce a ottenere un risultato di massima precisione veramente duraturo!

Inoltre le mascherine trasparenti non sono invisibili, ma appunto trasparenti (c’è una bella differenza) e spesso per farle funzionare meglio il dentista deve posizionare in modo fisso, quindi sempre visibile, dei piccoli attacchi bianchi sulla superficie esterna dei denti. Dunque se per motivi di lavoro o imbarazzo devi stare tutto il giorno senza mascherine, il tipo di trattamento diventa del tutto inefficace a differenza dell’unico vero apparecchio ortodontico invisibile, cioè quello linguale fisso senza attacchi, che è davvero invisibile, non solo perché si trova all’interno, ma perché per come è concepito non si sente proprio.

Non si sente, non si vede e assicura il meglio delle performance di un apparecchio fisso. È il futuro, anzi no. È il presente.