sigarette elettroniche
in foto: Foto credit: vamping360.

Quel che sta venendo fuori dal congresso internazionale Iaslc (Lung Cancer Association) sul tumore al polmone in corso a Vienna è alquanto sconcertante. Non per i contenuti prodotti dagli esperti, i quali non fanno altro che confermare cose già ben note, quanto per l'interpretazione che ne sta venendo fuori attraverso i media.

Lo studio iraniano. Tra le fonti citate e twittate anche uno studio del novembre scorso che prende in esame sigarette e "waterpipe"; qualcuno deve averle confuse con le sigarette elettroniche, si tratta invece dei narghilè, la ricerca riguarda infatti il consumo di tabacco in Medio oriente e si basa su un campionamento di 50.000 soggetti presi in esame in Iran.

Luoghi comuni e ovvietà. Che le sigarette elettroniche generassero dipendenza è una ovvietà assoluta, dal momento che le essenze contenenti nicotina non possono impedirlo, il problema è che in diversi articoli pubblicati in Italia si sostiene che la sigaretta elettronica faccia male tanto quanto quelle reali, un po' come sostenere che i cerotti antifumo (contenenti nicotina) sono cancerogeni. Oltre a questo scopriamo anche che non sono salutari per i minori, come se in Unione europea qualcuno si fosse permesso di raccomandare a chi non ha mai fumato, o ai minorenni, di usare le sigarette elettroniche con essenze alla nicotina come fossero caramelle.

Bufale sulle sigarette elettroniche. È vero che ogni tanto girano notizie distorte sulle sigarette elettroniche dove si sostiene che non creino mai dipendenza, ma tra i luoghi comuni c'è anche quello delle sigarette elettroniche cancerogene. Come spiegavamo già in un articolo precedente nessuno ha dimostrato che la nicotina sia cancerogena, questo non significa che non si stiano studiando eventuali effetti sulle cellule tumorali, ma il paragone con le sigarette vere è decisamente esagerato. Che le sigarette elettroniche non siano acqua santa e possano essere oggetto di business è un altro discorso, applicabile anche ai cibi senza glutine o al mercato delle energie rinnovabili. Si entra in ogni caso nel campo delle opinioni.