Credit: Drew Enigk
in foto: Credit: Drew Enigk

Le giovani bonobo (Pan paniscus) si prendono cura dei piccoli per prepararsi alla maternità; in cambio ottengono anche protezione dalle madri di questi ultimi. L'affascinante comportamento, che si manifesta con passeggiate, carezze e ‘tenerezze' da babysitter, è stato osservato anche nei giovani maschi sino all'ottavo anno di età, quando entrano nell'adolescenza e iniziano a mostrare altri modelli comportamentali. Le femmine invece continuano imperterrite – e con intensità crescente – in questo percorso, fatto di coccole e continue attenzioni verso i più piccoli.

A documentarlo nel dettaglio un team di ricercatori del Dipartimento di Antropologia presso l'Università dell'Oregon, che ha seguito gruppi di bonobo in cattività al Columbus Zoo and Aquarium dell'Ohio. “Dopo aver studiato i bonobo per diversi anni, ho notato che i giovani e gli adolescenti erano ossessionati dai piccoli”, ha dichiarato la dottoressa Klaree Boose dell'ateneo americano, principale autrice dello studio. “Hanno giocato con i piccoli e li hanno portati in giro. Sembrava essere più che un semplice comportamento di gioco”, ha aggiunto la ricercatrice.

Credit: herbert2512
in foto: Credit: herbert2512

Dopo aver osservato per la prima volta questo comportamento insolito, ha deciso di approfondire la questione pianificando una lunga serie di osservazioni nel corso delle estati tra il 2011 e il 2015, per un totale di oltre 1.800 ore. Durante queste sessioni ha seguito il comportamento di 11 femmine e 8 maschi, evidenziando come questa ‘ossessione' delle giovani per i piccoli servisse ad acquisire le abilità materne da mettere in pratica più avanti. Le madri che ottenevano questo servizio di babysitting si mostravano inoltre riconoscenti, indipendentemente dal grado di parentela, e aiutavano le assistenti in caso di dispute per il cibo con i maschi adulti e altre femmine.

Boose e colleghi non si sono limitati a osservare queste scimmie, simili agli scimpanzé e che in natura vivono solo in una ristretta area della Repubblica Democratica del Congo, ma hanno raccolto anche campioni di urina, per verificare il contenuto di ossitocina (conosciuto come l'ormone della felicità e dell'amore). Gli elevati livelli evidenziati in quelle delle femmine dedite alla cura dei piccoli dimostrano il rafforzamento del legame sociale con le madri dei piccoli e i piccoli stessi, oltre che il benessere scaturito dall'attività di assistenti.

Credit: Photobox_Petra107
in foto: Credit: Photobox_Petra107

Questo comportamento ossessivo dei giovani nei confronti dei piccoli era stato già osservato nei bonobo in natura, ma non era mai stato approfondito con un'indagine ad hoc. La dottoressa Frances White, che ha studiato per anni i bonobo nel proprio habitat naturale, ha indicato che le madri di queste scimmie sono molto più espansive delle scimpanzé, che non amano troppe attenzioni verso i propri piccoli. I dettagli dell'affascinante ricerca sono stati pubblicati sulla rivista scientifica Physiology & Behavior.