Terra e Luna

Tra i vari spettacoli astronomici di questo inizio 2017, che comprendono congiunzioni astrali, comete e intensi sciami meteorici, ne arriva anche uno del tutto inatteso: la NASA, attraverso il Jet Propulsion Laboratory (JPL) del California Institute of Technology di Pasadena, ha infatti pubblicato una spettacolare immagine della Terra e della Luna viste da Marte, o meglio da una delle sonde che orbita attorno al pianeta rosso, a ben 205 milioni di chilometri da qui. L'immagine è in realtà una composizione di quattro scatti effettuati dalla camera High Resolution Imaging Science (HiRISE) equipaggiata sulla Mars Reconnaissance Orbiter (MRO), una sonda lanciata nel 2005 dall'agenzia spaziale americana per studiare Marte nel dettaglio.

La fotografia non è stata ottenuta per motivi artistici, ma principalmente per calibrare la strumentazione di bordo della sonda, dato che si conoscono con accuratezza i valori della cosiddetta riflettanza spettrale della Luna. A causa della notevole differenza di luminosità tra i due corpi celesti, gli scienziati americani hanno dovuto ‘giocare' con le esposizioni delle immagini per far emergere i vari dettagli delle superfici, esattamente come fanno gli appassionati di astronomia per osservare Giove e i suoi quattro satelliti medicei.

Dall'immagine della sensibilissima HiRISE, che cattura i vari fotogrammi in tre bande di lunghezza d'onda distinte, ovvero raggi infrarossi, rossa e blu-verde, si notano solo flebili dettagli della porzione di Terra mostrata, come l'Australia di colore rosso, il Sud-Est asiatico (anch'esso rossastro ma a causa della vegetazione) e un luminosissimo Antartide, oltre a varie formazioni nuvolose. Nello scatto, catturato dalla sonda MRO il 20 novembre 2016, la distanza tra la Terra e la Luna appare di molto inferiore rispetto alla realtà, ma si tratta di un fenomeno prospettico legato alla distanza di Marte; semplicemente, in quel momento la Luna stava per ‘nascondersi' dietro la Terra a causa dell'orbita.

[Foto di NASA/JPL]