Altro che astrologia! Di tanto in tanto ci si mette anche la scienza a cercare corrispondenze tra i periodi in cui si nasce e le probabilità di sviluppare precisi tratti caratteriali. L’ultima ricerca sull'argomento ha visto all'opera alcuni studiosi ungheresi, autori di un lavoro i cui dettagli sono stati illustrati e presentati a Berlino, in occasione della conferenza annuale dell’European College of Neuropsychopharmacology.

Meccanismi biochimici.

Lo studio ha coinvolto oltre 400 soggetti adulti, dei quali si è messa in relazione la tipologia di personalità con la stagione di nascita. Secondo le osservazioni degli scienziati ne sarebbero emerse delle linee generali di corrispondenza tali da far concludere che realmente il periodo dell’anno in cui si nasce potrebbe influire sul carattere di ciascuno, con un effetto duraturo nel tempo che non si limiterebbe soltanto all'infanzia ma, soprattutto, arriverebbe a condizionare anche l’esistenza degli adulti. Il segreto sarebbe tutto in alcuni neurotrasmettitori, come la serotonina e la dopamina, i quali, notoriamente, svolgono un ruolo fondamentale nelle “questioni d’umore”: il modo in cui però il meccanismo funzionerebbe non è affatto chiaro. Ecco perché saranno necessari probabilmente ulteriori approfondimenti per dare conferme eventuali e spiegazioni più accurate: Xenia Gonda, a capo dello studio, ha spiegato, infatti, che il prossimo passo sarà andare “a caccia” di marcatori genetici che potrebbero essere correlati alla stagione di nascita e ai disturbi dell’umore.

Un carattere per ogni stagione.

I ricercatori sostengono di aver riscontrato nelle persone nate durante i mesi invernali una scarsa attitudine all'irritabilità. All'opposto, invece, le persone che festeggiano il compleanno d’estate sembrerebbero molto più predisposte a vivere sbalzi d’umore rapidi e frequenti: collegata a tali oscillazioni è, presumibilmente, anche la tendenza ad avere un temperamento eccessivamente positivo, riscontrata in maniera elevata tra coloro i quali sono venuti alla luce in estate o in primavera. Tra i nati d’autunno, infine, sarebbe stata evidenziata una minore probabilità di andare incontro alla depressione.

Insomma, se l’idea dello zodiaco non vi ha mai convinto, o se avete faticato a trovare delle corrispondenze tra il vostro segno e la vostra personalità, ecco uno studio che potrebbe aiutarvi a chiarirvi le idee. E, nel caso, ad “incolpare” qualcuno delle vostre intemperanze: anziché dire «ho la Luna storta», questa volta potrete cavarvela con un bel «sono nato ad agosto».