Credit: SpaceX
in foto: Credit: SpaceX

Per la prima volta nella storia dell'esplorazione spaziale una sonda privata sta per giungere sulla Luna. Si tratta della Beresheet, ideata da tre giovani ingegneri israeliani nel 2011 per partecipare al Google Lunar X Prize, un premio da 30 milioni di dollari per chi fosse riuscito a progettare un veicolo spaziale in grado di allunare, percorrere almeno mezzo chilometro e trasmettere sulla Terra un video dell'impresa. Il premio non fu assegnato, ma i tre ragazzi – fondatori dell'organizzazione senza scopo di lucro SpaceIL – non si diedero per vinti, e grazie al massiccio supporto di finanziatori privati sono riusciti a completare la propria sonda, il cui nome in israeliano significa “in principio”.

Obiettivo della missione. L'allunaggio della sonda israeliana è previsto per l'11 aprile nella piana del Mare della Tranquillità. Una volta sulla Luna potrà resistere soltanto 3 giorni, prima di essere “fritta” dalla potente radiazione solare, che sulla Luna non viene schermata come sulla Terra. In quel breve lasso di tempo condurrà misurazioni del campo magnetico e proverà a svelare i segreti del nucleo ferroso del satellite.

Supporto esterno. Anche se la Beresheet è stata quasi completamente finanziata da privati – su un costo di 100milioni di dollari il governo israeliano ne ha investiti solo 2 – è dotata di equipaggiamento progettato dai più importanti fornitori delle agenzie spaziali governative. L'italiana Leonardo, ad esempio, ha progettato i pannelli solari; Swedish Space Corporation ha costruito le antenne, mentre la NASA ha offerto le tecnologie che permetteranno la comunicazione della sonda con la Terra.

Biglietto da visita. Come avvenuto per altre pionieristiche missioni spaziali, all'interno della sonda sono stati inseriti alcuni “cimeli” da lasciare ai posteri, come monumenti all'ingegno e alla cultura dell'umanità. Oltre a un CD-Rom contenente disegni, testi, simboli e canzoni israeliani – per un totale di ben 30 milioni di pagine di informazioni – sono stati inseriti in una capsula del tempo anche gli oggetti di un sopravvissuto della Shoah e una Bibbia ebraica. Del resto Beresheet non sarà soltanto la prima sonda privata a giungere sulla Luna, ma si tratta anche della prima sonda di Israele, la quarta a potenza a raggiungere questo traguardo dopo Russia, Stati Uniti e Cina.

Pionieri nello spazio. A rendere ancor più suggestivo il prossimo allunaggio della Beresheet, il fatto che è stata portata in orbita da un razzo Falcon 9 di SpaceX, la compagnia aerospaziale privata di Elon Musk. Nell'anno del 50esimo anniversario del primo uomo sulla Luna è il segnale di un cambiamento radicale nell'esplorazione spaziale. Non a caso saranno proprio le compagnie private a organizzare i primi voli per i turisti dello spazio, se si escludono le rarissime (e costosissime) visite a bordo della Stazione Spaziale Internazionale.