Credit: Giorgia Hofer
in foto: Credit: Giorgia Hofer

Le Dolomiti e una spettacolare congiunzione astrale tra la Luna e Giove sono protagonisti di un meraviglioso scatto che la NASA ha deciso di premiare col riconoscimento APOD (acronimo di Astronomy Picture of The Day), ovvero quello di foto astronomica del giorno. Nello specifico, quella del 2 settembre. A immortalare il magnifico incontro tra le celeberrime Tre Cime di Lavaredo, il gigante gassoso del Sistema solare e il satellite della Terra è stata l’astrofotografa Giorgia Hofer dell’Associazione Astronomica di Cortina, che era stata già premiata con un APOD il 5 maggio del 2017, grazie a uno scatto che mostrava l'occultazione della stella Aldebaran da parte della Luna.

L'APOD della NASA è uno dei riconoscimenti più ambiti per gli appassionati di fotografia astronomica, e negli ultimi cinque mesi sono stati ben cinque gli italiani premiati per il loro magnifico lavoro. La penultima immagine a ottenere il riconoscimento è stata quella dell'astrofotografo siracusano Dario Giannobile, che immortalò nubi lenticolari sull'Etna e uno spettacolare “star trail”, la caratteristica scia luminosa impressa dalle stelle nella fotografia a lunga posa.

Come indicato sul portale dell'Unione Atrofili Italiani (UAI), Giorgia Hofer ha scattato la fotografia sulle Dolomiti alle 23:30 di venerdì 9 agosto, quando in cielo si poteva ammirare la congiunzione astrale tra Giove e Luna. Si tratta di un fenomeno legato all'apparente vicinanza tra i due oggetti celesti, distanti in realtà centinaia di milioni di chilometri fra loro e visibili uno a fianco all'altro nel firmamento solo per la prospettiva dalla Terra. Giove, del resto, rispetto alla Luna è sensibilmente più grande. Nella fotografia della Hofer i due corpi celesti sono visibili a destra delle Tre Cime di Lavaredo, le vette più famose delle Dolomiti e uno degli spettacoli naturalistici più noti al mondo. La fotografia è stata scattata a circa 2500 metri di quota; oltre ai protagonisti principali si possono ammirare il rifugio Antonio Locatelli, una chiesa alpina sulla destra e un escursionista sul sentiero che porta al rifugio. A sinistra, nel cielo, c'è anche il “Signore degli Anelli” Saturno.