gustavo 2

In un piccolo comune del piemontese chiamato Trasquera, sito nel cuore delle montagne ai confini con la Svizzera, si sta consumando quella che a tutti gli effetti può essere considerata una vera e propria fiaba moderna, i cui protagonisti sono l'anziano cervo Gustavo e l'allevatore Romeo Manna, che da quattro anni se ne prende cura quasi come fosse un figlio. Un bel giorno del 2014 il sessantaduenne si trovò faccia a faccia col maestoso ungulato, giunto nel paesino della val Divedro probabilmente in cerca di cibo e di un riparo dal gelido inverno, che da quelle parti può essere particolarmente impegnativo per gli animali selvatici.

Il cervo, battezzato Gustavo dagli abitanti del paesino, poco più di 200 anime, si è immediatamente trovato a proprio agio nella stalla dell'allevatore, tanto da averla promossa a propria stabile dimora invernale dopo il primo contatto.

Il cervo Gustavo nel suo rifugio di Trasquera
in foto: Il cervo Gustavo nel suo rifugio di Trasquera

A ‘suggerire' il trasferimento nella nuova casa non vi sono stati solo l'accoglienza e il tepore della stalla, ma anche il trattamento riservato dall'allevatore, che si è subito prodigato nel fornire all'animale pasti regolari a base di frutta e verdura.

Gustavo infatti ha tra i 12 e i 15 anni, è dunque piuttosto anziano per la sua specie, inoltre soffre di un'accentuata artrosi, in particolar modo sulle zampe anteriori, che rende la deambulazione piuttosto difficoltosa. Se non si fosse imbattuto nella generosità dell'allevatore, poi estesa a quella degli altri abitanti e dei curiosi, probabilmente sarebbe morto da tempo, di stenti o a causa dei predatori, come hanno sottolineato i veterinari. Quando Manna capì che l'animale non aveva alcuna intenzione di tornarsene nel suo habitat naturale, contattò le guardie dell'ex Corpo forestale dello Stato (oggi confluito nell'Arma dei Carabinieri), che gli chiesero se volesse prendersene cura.

In primavera Gustavo tende ad allontanarsi dal rifugio, tuttavia rimane sempre nei paraggi, anche a causa delle precarie condizioni di salute. Una recente polmonite lo ha infatti quasi ucciso, ma fortunatamente è stato salvato in extremis dall'intervento dei veterinari e dall'affetto genuino del suo amico allevatore. Il cervo è diventato una vera e propria star di Trasquera, e non sono pochi turisti e curiosi che passano nei pressi della stalla, per fotografarlo e lasciare un'offerta nell'apposita cassetta.

[Foto di Trasquera una fiaba vera]